Salernitana, la vittoria del gruppo: Empoli ko all’Arechi e terzo posto in classifica

Scritto da , 28 ottobre 2017

di Marco De Martino

SALERNO – Se non rimonta non è Salernitana. All’Arechi arriva la seconda vittoria consecutiva, la quarta stagionale, ai danni dell’Empoli grazie ad una prova coraggiosa, tosta ma anche di grande personalità e qualità. Nonostante l’incredibile emergenza difensiva per gli infortuni in avvio di Bernardini e Schiavi ed il gol dello svantaggio ad opera di Pasqual, i granata riescono nella sesta rimonta stagionale grazie alla doppietta di Bocalon nel giro di due minuti. Poi è sofferenza fino al novantesimo, che sancisce il ritorno della Salernitana nelle posizioni che contano in classifica a quota 19 punti.

La maledizione dei difensori centrali non abbandona la Salernitana: dopo 9’ Bernardini subisce una distorsione alla caviglia ed è costretto ad uscire. Al suo posto entra Alex, con Vitale che scala in difesa. Passano altri 9’ e Schiavi avverte il riacutizzarsi del problema al tendine ed anche lui non può continuare. Entra al suo posto Gatto, con Pucino che stavolta passa in difesa. Nel mentre, al 17’ Radunovic salva il risultato su Krunic con un intervento a dir poco prodigioso sul diagonale a botta sicura del bosniaco. I toscani spingono ed al 26’ vanno ancora vicini al gol con un tentativo sottomisura di Romagnoli, respinto da Vitale prima e da Radunovic poi. La rete, però, arriva al 29’. Pasqual, direttamente su punizione, supera la barriera e pure Vitale appostato sulla linea di porta, portando in vantaggio i suoi. Con rabbia la Salernitana si riversa nella metà campo empolese e trova l’immediato pareggio. Ricci batte un corner, Minala vince un contrasto in area avversaria e Bocalon da rapace scarica alle spalle di Provedel il pallone dell’1-1. I granata volano sulle ali dell’entusiasmo e dopo nemmeno due minuti ribaltano la situazione, ancora con il numero 24. Azione avvolgente del centrocampo granata, palla ad Alex che dalla sinistra pennella per la testa di Bocalon e dunque per il 2-1. La furia agonistica non si esaurisce ma il primo tempo si conclude senza ulteriori annotazioni.

Con l’inizio della seconda parte, la Salernitana rimane rintanata nella sua metà campo, con l’Empoli che prova a spingere il piede sull’acceleratore gestendo il pallino del gioco. Il primo tentativo arriva al 67’ con un fendente di Castagnetti dai trenta metri che fa la barba al palo. Ci prova anche il neo entrato Zajc, al minuto 73’, ma Radunovic con un colpo di reni evita il gol alzando il pallone sopra la traversa. Due minuti dopo il centrocampista empolese ci prova anche su punizione, ma il pallone termina di poco alto. Sono gli unici due sussulti dell’Empoli, con la Salernitana che nel finale addormenta il gioco e porta a casa tre punti pesantissimi.

SALERNITANA-EMPOLI 2-1

SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Mantovani, Schiavi (18’ Gatto), Bernardini (9’ Alex); Pucino, Ricci (82’ Odjer), Signorelli, Minala, Vitale; Bocalon, Rossi. A disp.: Adamonis, Iliadis, Zito, Rizzo, Asmah, Della Rocca, Di Roberto,Rosina, Cicerelli. All.: Bollini

EMPOLI (3-4-2-1): Provedel; Veseli, Romagnoli (77’ Jakupovic), Luperto; Di Lorenzo, Castagnetti, Bennacer, Pasqual (65’ Zajc); Ninkovic (60’ Piu), Krunic; Caputo. A disp.: Terracciano, Giacomel, Simic, Seck, Traore, Polvani, Lollo, Zappella, Untersee. All.: Vivarini

ARBITRO: Martinelli di Roma 2 (Assistenti Bellutti e Colella. Quarto uomo De Tullio)

MARCATORI:  29’ Pasqual, 34’ e 36’ Bocalon

NOTE: Spettatori  9270 di cui 28 provenienti da Empoli (compresa quota abbonati). Ammoniti Alex, Krunic, Ricci. Recupero 3’ e 3’

Consiglia