Salernitana, la coperta s’è già fatta troppo corta

Scritto da , 2 febbraio 2017

di Marco De Martino

SALERNO.Con le bocce del mercato fermatesi definitivamente e con la realtà del campionato che torna a materializzarsi, la Salernitana scopre che la coperta a disposizione di Alberto Bollini è troppo corta. Squalifiche, infortuni e mancati arrivi in sede di campagna trasferimenti rendono quasi obbligate le scelte di formazione per sabato prossimo. Soprattutto a centrocampo, infatti, il trainer granata ha gli uomini contati. Saranno infatti sicuramente assenti l’infortunato Odjer, in progresso sensibile ma ancora non pronto al rientro in squadra (dovrebbe tornare in gruppo la settimana prossima), e lo squalificato Ronaldo, mentre sono in fortissimo dubbio Della Rocca ed Improta. Il primo soffre ancora del trauma distorsivo alla caviglia destra subito nel match contro lo Spezia. A Verona il mediano ha giocato grazie ad un’infiltrazione, ma è chiaro che il problema non è ancora risolto e sabato prossimo potrebbe doversi fermare necessariamente per farlo. L’esterno invece è sofferente per una tendinopatia achillea, un acciacco molto fastidioso che richiede cure terapiche molto dettagliate. Anche per lui il match con il Novara è a rischio. In mediana Bollini si ritrova dunque con cinque elementi: Bittante, che dovrebbe sostituire Improta facendo così il suo esordio dal 1’ in maglia granata dopo gli spezzoni con Spezia e Verona, Busellato, che è in diffida e dunque è a rischio squalifica, Minala, che potrebbe dover sostituire Della Rocca ma che è fermo da più di sei mesi e che di conseguenza non ha i novanta minuti nelle gambe, Vitale ed infine Zito. Proprio quest’ultimo sarà l’unica alternativa ai titolari se né Improta né Della Rocca dovessero recuperare. Anche in attacco la situazione non è rosea. L’affaticamento muscolare affligge ancora Donnarumma e potrebbe mettere fuori causa anche lui. L’attaccante sta progressivamente forzando in questa settimana lavorativa, ma per non rischiare di perderlo per una ricaduta Bollini potrebbe decidere di risparmiarlo, lanciando così nella mischia l’ultimo arrivato Sprocati. L’ex Perugia e Pro Vercelli completerebbe il tridente con Coda e Rosina. C’è maggiore abbondanza invece in difesa, dove sono tutti disponibili incluso il reintegrato Schiavi. Il centrale metelliano potrebbe insidiare Tuia per una maglia da titolare, sia per la prova incolore offerta dal romano contro l’Hellas sia per dimostrare di rappresentare il rinforzo fatto in casa per la Salernitana. Certi di una maglia invece Gomis tra i pali e Perico e Bernardini nella difesa a tre, nulla da fare invece per i giovani Luiz Felipe e Mantovani che stanno sgomitando, finora invano, per ritrovare un posto al sole. Ieri mattina il gruppo si è allenato al Volpe, dove si ritroverà anche questa mattina alle 10.30 per continuare la marcia d’avvicinamento alla sfida di sabato prossimo all’Arechi contro il Novara di Boscaglia.

Consiglia