Salernitana, in arrivo il rinforzo in difesa: vicino l’ascolano Bianchi

Scritto da , 14 gennaio 2014

di Marco De Martino

SALERNO. Potrebbe essere Alberto Bianchi (nella foto) il primo colpo targato Angelo Mariano Fabiani. Il difensore centrale dell’Ascoli potrebbe essere il primo acquisto di gennaio della Salernitana. Classe 1980, l’esperto difensore ligure vanta una lunga esperienza nei tornei di C1, con una parentesi in serie B nella stagione 2007/‘08 in cui ha collezionato ben 35 presenze e 2 reti con la maglia dello Spezia. Lo scorso anno ha giocato 25 partite con il Virtus Entella Chiavari, in precedenza aveva disputato quattro campionati con lo Spezia, tre con la Cremonese ed uno con il Grosseto. Bianchi è il classico difensore centrale esperto con il vizietto del gol, avendo una media realizzativa di almeno un gol a stagione (il massimo lo raggiunse in Prima Divisione nel campionato 2011/‘12 con lo Spezia quando realizzò 5 reti). La trattativa dovrebbe chiudersi a breve visto che l’Ascoli, società ormai fallita, sta smobilitando e sta cedendo o svincolando tutti i calciatori della propria rosa. Nei piani di Fabiani, Alberto Bianchi servirà a dare esperienza e sicurezza al reparto difensivo granata. Con il suo arrivo dovrebbe partire Sbraga, che rientrerà per fine prestito alla Lazio per poi essere girato ad un’altra società di Lega Pro. In bilico anche Siniscalchi, che a Pagani già danno azzurrostellato. Molinari e Tuia invece dovrebbero restare. Per quanto riguarda il pacchetto mediano, prima bisognerà cedere e poi acquistare. In attesa di capire quale sarà il futuro di Esposito e Volpe, difficili da piazzare sul mercato, nelle ultime ore si è fatta sempre più insistente la voce di un possibile ritorno di Pestrin. Il centrocampista, che tra l’altro è infortunato e che ne avrà per un mese, si sta svincolando dall’Ascoli. Difficile ipotizzare però un ritorno a Salerno del romano, ormai vicino ai 36 anni e che ha lasciato un ricordo tutt’altro che positivo alla piazza salernitana. Per quanto riguarda l’attacco, tutto ruota attorno a Ginestra. Se il Cobra partisse la Salernitana tornerebbe sul mercato per ingaggiare un attaccante. Resterà Matteo Guazzo, che non ha chiesto di essere ceduto e che la società ha provveduto a rasserenare dopo l’alterco con un tifoso. Resterà quasi certamente anche Mounard, su cui Fabiani è pronto a scommettere, mentre è più incerto il futuro di Gustavo che potrebbe andare via in prestito dopo aver rinnovato il contratto in scadenza il prossimo giugno. Potrebbe comunque arrivare una seconda punta, che potrebbe arrivare sempre da Ascoli.  Il guizzante Tripoli, a segno contro la Salernitana nella gara d’andata, potrebbe fare al caso di Perrone. Quest’ultimo, così come il gruppo, oggi pomeriggio avrà il primo impatto con Fabiani. All’Arechi è in programma la ripresa degli allenamenti e negli spogliatoi avverrà il primo faccia a faccia. Fabiani provvederà a rasserenare sia Perrone che la squadra, in particolare quei giocatori più esperti e carismatici che finora hanno maggiormente deluso le attese di tifoseria e società. In conclusione, il capitolo allenatore. Al di là delle dichiarazioni di facciata, per Perrone sarà decisiva la prossima partita contro il Gubbio. In caso di mancata vittoria Lotito provvederà ad esonerarlo per affidarsi ad un altro allenatore. Con il ritorno di Fabiani salgono nuovamente le quotazioni di Sanderra, caldamente consigliato proprio dall’ex dg del Messina a Lotito la scorsa estate. Restano in piedi ancora anche le altre ipotesi, tra cui Gregucci e Brini.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->