Salernitana, il sogno è Raffaele Palladino

Scritto da , 25 giugno 2015

di Marco De Martino

SALERNO. Finalmente, con l’ingaggio di Vincenzo Torrente, sembra essersi sbloccata anche la situazione relativa al mercato in casa Salernitana. Tra rinnovi, ritorni e trattative si sta delinenando la rosa che partirà il prossimo 12 luglio per il ritiro di Cascia. Un gruppo che potrà contare su tanti elementi della passata stagione, qualche giovane di talenti di Formello e qualche colpo.

DIFESA. Tra i pali, assodato che nonostante il lungo stop Gori sarà riconfermato, la società granata è in cerca di un portiere affidabile che possa contendere al portiere della promozione la casacca numero uno. L’idea è quella di strappare al Genoa Lamanna, pupillo di Torrente e che ha la prospettiva di giocare poco anche il prossimo anno vista l’inamovibilità di Perin. Così Fabiani ci sta provando, pur tenendo in caldo la pista Iacobucci e sapendo che l’albanese Strakosha può essere una trattativa facilmente concretizzabile. Per quanto riguarda la retroguardia, per i ruoli di terzini accanto a Colombo e Franco verranno piazzati i giovani laziali Pollace e Filippini. In difesa invece con Tuia, Lanzaro e Trevisan dovrebbe arrivare uno tra Borghese, Clayton e Polenta.

CENTROCAMPO. E’ di ieri la voce relativa ad un interessamento della Salernitana per il centrocampista del Bari, classe 1990 e scuola Fiorentina, Marco Romizi. Un elemento molto apprezzato da Torrente che l’avrebbe chiesto espressamente per affiancarlo a Pestrin, Moro e Bovo. Mentre Castiglia sarà valutato in ritiro, è ancora da decidere il destino di Favasuli, che potrebbe pagare l’addio di Menichini e non rinnovare.

ATTACCO. Il grande sogno è rappresentato da Raffaele Palladino. Angelo Fabiani, amante dei colpi ad effetto in attacco, avrebbe contattato l’entourage dell’ex enfant prodige della Juventus appena svincolatosi dal Parma, offrendogli un triennale. L’attaccante napoletano ci starebbe pensando e potrebbe decidere di tornare in granata a dieci anni di distanza, anche perché per lui le richieste dalla serie A non sono tante e nemmeno molto vantaggiose. Se dovesse arrivare Palladino, con le conferme di Calil e Nalini, i ritorni di Negro (per lui è quasi fatta con il Latina), Gabionetta (che a breve firmerà un biennale) e Mendicino (di ritorno dalla Lazio), il reparto offensivo sarebbe quasi fatto. La ciliegina sulla torta potrebbe essere rappresentata da Tounkara. Il baby fenomeno della Lazio è molto vicino alla Salernitana, anche se il Crotone ha mostrato grande interesse per lui. In ogni caso, essendo Tounkara di proprietà della Lazio, la Salernitana è a dir poco avvantaggiata. Ad ogni modo, deciderà comunque Lotito…

Consiglia