Salernitana, giro di vite in difesa

Scritto da , 25 Settembre 2021
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

Giro di vite in difesa per strappare il primo risultato positivo in trasferta. La Salernitana si appresta alla terza trasferta stagionale, in quel di Reggio Emilia, dove affronterà al Mapei Stadium domani pomeriggio il Sassuolo di Dionisi. Quella contro gli emiliani sarà il terzo impegno in otto giorni per i granata e Fabrizio Castori, necessariamente, dovrà ponderare bene le scelte di formazione. DIFESA COLABRODO Il tecnico marchigiano ha posto la propria attenzione in particolar modo sulla difesa, punto debole della squadra nelle prime cinque sfide in serie A. 14 reti al passivo fanno della retroguardia salernitana quella al momento più battuta, per una media di quasi tre gol subiti a partita. A preoccupare Castori, però, non ci sono soltanto i numeri ma anche le prestazioni dei singoli. I vari Gyomber, Gagliolo, Jaroszynski e lo stesso Bogdan hanno commesso diversi errori individuali che hanno spianato la strada agli attaccanti avversari. Ad esempio Gyomber da pilastro della difesa della passata stagione si Ë trasformato in anello debole della catena di destra. Proprio il decentramento, per favorire l’innesto del norvegese Strandberg in mezzo, ha penalizzato oltremodo lo slovacco che contro il Sassuolo potrebbe osservare un turno di riposo. Al suo posto potrebbe esserci il recuperato Veseli, altro elemento fondamentale nello scorso torneo cadetto e finora fermo ai box per infortunio. E’ cominciata male invece l’esperienza in granata di Gagliolo. Pretoriano di Castori fin dai tempi di Carpi, l’ex Parma a Torino e nella scorsa partita con il Verona ha disputato due prestazioni disastrose. Difficile che possa essere messo da parte visto che anche la sua alternativa, ovvero Jaroszynski, ha lasciato molto a desiderare quando Ë stato chiamato in causa. Potrebbe rientrare in gioco Luka Bogdan, ma anche per lui l’inizio non Ë stato confortante a causa dell’erroraccio in marcatura su Ilicic in occasione dell’azione che ha determinato il gol di Zapata e che è costata alla Salernitana la sconfitta nel match contro l’Atalanta. Se in difesa potrebbe cambiare qualcosa, in mediana Castori sembra aver trovato la classica quadratura del cerchio. I due Coulibaly sono sempre più l’anima della squadra e saranno riconfermati anche a Reggio Emilia, così come i due esterni Kechrida e Ranieri i quali, anche se ad intermittenza, hanno mostrato discrete doti agonistiche e tecniche. Conferma in vista anche per Franck Ribery, reduce dagli 88 minuti disputati contro il Verona ma che sta bene sia fisicamente che mentalmente e che dunque sarà titolare contro il Sassuolo. TORNA DJURIC Rientrerà dal primo minuto Milan Djuric, pronto a scalzare nuovamente un Simy apparso ancora nettamente indietro sia nella condizione atletica sia, soprattutto, nell’intesa con i suoi nuovi compagni. Il partner del bosniaco sarà quasi certamente Cedric Gondo. L’ivoriano, dopo le due super prestazioni contro Atalanta e Verona, di cui quest’ultima condita con il primo gol in serie A, è al momento favorito su Bonazzoli. Ad ogni modo nella rifinitura odierna, che precederà la partenza alla volta di Reggio Emilia, Fabrizio Castori dovrebbe sciogliere i residui dubbi di formazione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->