Salernitana, fin qui una media da play out

Scritto da , 27 ottobre 2016
salernitana

di Fabio Setta

Quarto risultato utile consecutivo per la Salernitana di Sannino che avanza in classifica con la politica dei piccoli passi. Nelle ultime tre gare, infatti, sono arrivati tre pareggi. Sono in tutto sei gli x collezionati dai granata in queste prime undici giornate, il quarto ottenuto in trasferta, il secondo a reti bianche dopo quello di Cesena. Sono solo due le vittorie della squadra di Sannino che dopo undici giornate ha solo tre punti di vantaggio sull’ultimo posto in classifica. Peggio hanno fatto solo Latina, Trapani, Ternana e Cesena che hanno vinto fin qui solo un partita. Inoltre la squadra granata rispetto alla scorsa stagione ha collezionato soltanto un punto in più, 12 contro gli undici collezionati da Torrente. Questo perché ancora una volta la Salernitana ha mancato l’appuntamento con la vittoria esterna. Escludendo il play out vinto sul campo del Lanciano, la Salernitana non vince fuori casa dalla trasferta di Cesena, lo scorso 7 marzo. Dopo quella sfida decisa da Bagadur in pieno recupero i granata in edizione da viaggio hanno collezionato otto pareggi e tre sconfitte. Con questa media punti la Salernitana chiuderebbe il campionato a 45, 46 punti, una quota che  difficilmente garantirebbe la salvezza diretta. Il secondo 0-0 stagionale porta a due dati statistici: per la terza volta, dopo Cesena e Novara la Salernitana non ha trovato la via del gol ma sempre per la terza volta in stagione i granata non hanno subito reti, dopo il match di Cesena e quello in casa con il Trapani. Sono solo quattro però i gol segnati in trasferta dalla squadra granata, otto quelli all’Arechi per un totale di dodici in undici partite come esattamente dodici sono quelli subiti, equamente divisi tra Arechi e trasferta. La Salernitana ha realizzato lo stesso numero dei gol della scorsa stagione dopo undici turni, mentre 17 erano stati quelli subiti dalla squadra di Torrente. Per la prima volta in questa stagione Rosina non ha giocato titolare. Resta così il solo Terracciano ad aver giocato fin qui tutti i minuti di campionato. Con i 23’ minuti giocati ad Ascoli, sale a 599’ il digiuno del dieci granata che non va a segno  dal 54’ del match con il Vicenza, alla quarta giornata di campionato. E tra l’altro l’ingresso di Rosina e poi quello di Odjer nel finale non sono serviti a invertire la tendenza che ha visto la Salernitana, in queste prima undici giornate, andare a segno soltanto con i titolari e mai con i subentranti. Segna ancora zero la casella dei rigori a favore e contro. Terzo confronto e terzo pareggio tra Aglietti e Sannino dopo le due sfide (1-1 e 0-0) della stagione 2010/2011 quando erano alla guida rispettivamente di Empoli e Varese. Aglietti, inoltre, mantiene l’imbattibilità contro la Salernitana. Due i precedenti con un successo e un pareggio ottenuti l’anno scorso quando il trainer dell’Ascoli era alla guida dell’Entella. Sannino , invece, con l’Ascoli ha sempre pareggiato in tre partite disputate. Il bilancio tra Ascoli e Salernitana, dopo la quindicesima sfida della storia, è di otto pareggi, due successi granata e cinque vittorie bianconere. Quello di martedì sera è il terzo pareggio consecutivo, il quinto della storia con il risultato di 0-0 che diventa il risultato con maggior frequenza nelle sfide tra bianconeri e salernitani.

Consiglia