Salernitana, è proprio nu juorno buono

Scritto da , 22 febbraio 2014

di Fabio Setta

L’onda lunga sanremese arriva fino a Viareggio e per la Salernitana è davvero nu juorno buono, per dirla alla Rocco Hunt. E lo si capisce subito. Appena novanta secondi dopo il fischio d’inizio Foggia pennella per Mounard che batte Gazzoli portando in vantaggio i granata. E poi sul finire del primo tempo Mendicino al 38′ su asti di Mancini e finalmente Foggia, su rigore al 44′, procurato da Pasqualini, fissano il risultato sul 3-0. nel secondo tempo arriva anche il gol di Gustavo per un rotondo 4-0, forse troppo pesante per il Viareggio. Arriva così la seconda vittoria consecutiva per la Salernitana, prima volta in stagione. Arriva il secondo successo esterno della stagione, quattro mesi dopo l’unico e ultimo di Benevento, segnando per la prima volta cinque reti in una partita. Ma arrivano soprattutto tre punti sicuramente importanti per la corsa play off. Una partita messa subito in discesa con la Salernitana che l’ha gestita bene. Soltanto per una ventina di minuti dopo il gol di Mounard, i granata si sono un attimo fermati, lasciando spazio alle offensive del Viareggio. Ma la squadra toscana con il solo Vannucchi, attorniato da un gruppo di giovani, costruisce davvero poco. Quando arriva in area trova però un Gori attento bravo a chiudere due volte su Matteini. Ma la Salernitana piace, convince soprattutto per l’atteggiamento mentale. Una squadra di combattenti e al di là della pochezza del Viareggio, la squadra granata ha giocato sicuramente una buona partita. Bravo Mendicino in attacco a fare reparto, ispirati Foggia e Mancini, attento Volpe in regia. E soprattutto la squadra di Gregucci ha dimostrato di avere fame fino alla fine. Anche in un secondo tempo svuotato di significato dopo il 3-0 al 45′, la Salernitana ha continuato ad attaccare. Tante le occasioni sprecate per arrotondare ulteriormente il risultato. Bravo Gustavo di testa a siglare il poker, bravissimo Mendicino a segnare anche il quinto gol ancora su assist di Foggia. Una vera e propria festa, la Salernitana torna a volare. Dieci punti in quattro partite con Gregucci in panchina e soprattutto dopo la rivoluzione di gennaio.

VIAREGGIO – SALERNITANA  0-5
VIAREGGIO (4-3-3): Gazzoli; Celiento, Conson, Piana, Nicolao; Galassi (58′ Benedetti), Gemignani (55′), Mungo; Matteini, Vannucchi, Marongiu (al 25′  Rosafio).  A disposizione: Montenegro, Lamorte, Anedda, Butini. All. Lucarelli.
SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Bianchi (67′ Sembroni), Tuia, Pasqualini; Volpe, Pestrin; Foggia, Mancini (73′ Ampuero), Mounard (61′ Gustavo); Mendicino. A disposizione: Berardi, Luciani, Perpetuini, Montervino. All. Gregucci
ARBITRO: Arbitro: Marco Serra (Sez. Torino) Assistenti: Emanuele Giustino Di Federico (Sez. Lodi) Francesco Semperboni (Sez. Bergamo)
RETI:  2′ Mounard, 38′, 81′ Mendicino, 44′ Foggia su rigore, 69′ Gustavo
NOTE: Spettatori circa 1000, 60 dei quali provenienti da Salerno. Ammoniti: Scalise (S). Volpe (S), Espulso al 65′ Celiento per doppia ammonizioneAngoli 6-6 per il Viareggio, Recupero 2′ pt 0 st

Consiglia