Salernitana è ora di rialzarsi: attacco alla Spal

Scritto da , 28 febbraio 2017

di Marco De Martino 

SALERNO. In un Arechi che si preannuncia semivuoto (venduti 1700 biglietti in prevendita), la Salernitana proverà a rialzare subito la testa dopo la disastrosa prestazione, condita da una meritata sconfitta, sul campo dell’ex cenerentola della B, il Trapani. I granata ci proveranno contro una delle formazioni cadette più in forma del momento, la Spal, reduce da otto risultati utili consecutivi (quattro vittorie e quattro pareggi) e da una sola sconfitta nelle ultime sedici giornate di campionato. I ferraresi, grazie a questo eccezionale ruolino di marcia, favorito indubbiamente dagli innesti di qualità operati a gennaio (vedi Floccari), hanno conquistato a scapito dell’Hellas Verona la seconda piazza in classifica ed anche all’Arechi proveranno a fare risultato pieno. Di questo però la Salernitana potrà tener conto relativamente, visto che la sua di classifica si sta facendo sempre più preoccupante. La zona calda, dopo il pareggio interno con il Cesena e soprattutto la batosta di Trapani, si è fatta nuovamente più vicina ed è auspicabile un successo pieno per ricacciarla indietro. I granata dovranno ritrovare l’umiltà perduta, quella che ha consentito loro di battere Spezia e Perugia, di espugnare Vicenza e di ricostruire il proprio campionato dopo la disfatta della vigilia di Natale nel derby del Partenio. Per fare ciò bisognerà, una volta e per sempre, cancellare la chimera play off, secondo Lotito obiettivo stagionale ma che, realisticamente, non ha alcuna base fondata in questo determinato momento storico vissuto dalla Salernitana. Una vittoria è auspicabile anche per Alberto Bollini, finito inevitabilmente nel mirino della critica dopo le ultime mosse tattiche e di scelta degli uomini. Il trainer non è ancora sulla graticola, ma è chiaro che non vincere stasera ed arrivare al derby di Benevento in una posizione pericolante potrebbe far iniziare a traballare lo scranno su cui è seduto da dicembre. Per il trainer tanti i dubbi di formazione, sia per le assenze di Bernardini, Della Rocca e Busellato, sia per le tre gare racchiuse in una settimana. In difesa, davanti a Gomis, Bollini dovrebbe optare per un pacchetto a quattro composto da Bittante e Vitale sugli esterni e da Perico e Schiavi al centro. Gli spauracchi Antenucci e Floccari infatti consigliano una difesa più smaliziata, per cui Mantovani potrebbe tornare in panchina. A centrocampo Odjer prenderà il posto dello squalificato Busellato (occhio però alla possibile sorpresa Zito), mentre in attacco è bagarre. Coda non è al meglio e potrebbe essere avvicendato da Joao Silva. Improta, Sprocati e Donnarumma si contendono l’unica maglia disponibile, visto che Alessandro Rosina quasi certamente tornerà dal primo minuto dopo la parentesi di Trapani. La sensazione è che Bollini deciderà poco prima della presentazione delle distinte.

Consiglia