Salernitana, è già cominciato il futuro: Tanti addii in vista e qualche certezza

Scritto da , 4 maggio 2017
Salernitana

di Marco De Martino

SALERNO. Non si è ancora fermata la giostra del campionato, ma è già tempo di bilanci e di programmazione in casa Salernitana. Tecnici e calciatori in questa fase sono sotto la lente d’ingrandimento della società, che dovrà di qui a qualche settimana decidere se proseguire o meno il rapporto di lavoro con loro. Ecco la situazione dei calciatori in organico e la loro scadenza contrattuale. ALFRED GOMIS, 30 giugno 2017: Il portiere ha avuto un rendimento altissimo ma probabilmente tornerà al Torino per fine prestito. Sempre che Lotito non decida di investire (magari con Lazio) i circa due milioni di euro fissati dal club piemontese per il suo cartellino. PIETRO TERRACCIANO, 30 giugno 2017: Il portiere, in prestito biennale dal Catania, non sarà riscattato. LUCA BITTANTE, 30 giugno 2017: Stessa sorte per il terzino, che ha deluso le attese e che il 1 luglio sarà di ritorno all’Empoli per fine prestito. GABRIELE PERICO, 30 giugno 2018: Buona stagione per il terzino che ha un altro anno di contratto. Conferma possibile, anche se potrebbe chiedere di avvicinarsi a casa. LUIGI VITALE, 30 giugno 2019: A parte qualche amnesia, il campionato del mancino è stato davvero buono e, in virtù di altri due anni di contratto, la riconferma sembra scontata. ALESSANDRO TUIA, 30 giugno 2018: Prolungamento in arrivo per il calciatore bandiera, che resterà quasi certamente a Salerno. RAFFAELE SCHIAVI, 30 giugno 2018: Altra stagione da dimenticare per il cavese, forte di un altro anno di contratto peraltro molto pesante e proprio per questo di difficile collocazione sul mercato. ALESSANDRO BERNARDINI, 30 giugno 2018: Dopo un’altra ottima stagione anche per lui si dovrebbe discutere del prolungamento, ma le offerte allettanti per lui sul mercato non mancheranno. VALERIO MANTOVANI, 30 giugno 2020: Inizio promettente, poi l’oblio. Si prospetta una cessione in prestito per il giovane centrale, anche se potrebbe partire per il ritiro con il gruppo. LUIZ FELIPE MARCHI, 30 giugno 2017: Stagione sfortunata, tornerà alla Lazio. FRANCESCO DELLA ROCCA, 30 giugno 2018: Prestazioni ad intermittenza, complice un infortunio. Ha un altro anno di contratto ma potrebbe partire. JOSEPH MINALA, 30 giugno 2017: Come calciatore tecnicamente non si discute ma ha mostrato notevoli limiti caratteriali. Potrebbe comunque restare un altro anno, con l’avallo della Lazio. MOSES ODJER, 30 giugno 2020: Grandi clubs lo monitorano ma la stagione non al massimo potrebbe consigliare a lui ed alla società di trattenerlo ancora. RONALDO POMPEU, 30 giugno 2017: Nonostante l’enorme fiducia riposta in lui da Bollini, ha superato la sufficienza in un paio di circostanze. Ha altri due anni con la Lazio e, vista la stima del tecnico, potrebbe restare ancora. Anche perché per lui non c’è la fila… ANTONIO ZITO, 30 giugno 2018: Ha ancora un anno ma, come accaduto nelle ultime due sessioni di mercato, verrà messo in vendita. Chissà se stavolta cederà o persisterà nella sua volontà di restare in maglia granata. MASSIMILIANO BUSELLATO, 30 giugno 2017: La Salernitana vanta il diritto di riscatto del cartellino detenuto dal Cittadella, un diritto che quasi certamente farà valere entro la scadenza del prestito. RICCARDO IMPROTA, 30 giugno 2017: Il cartellino è del Genoa e difficilmente la società granata verserà nelle casse liguri gli ottocentomila euro per il suo riscatto anche perché dopo un buon inizio si è un po’ perso. MATTIA SPROCATI, 30 giugno 2017: Il suo riscatto dalla Pro Vercelli è praticamente certo. Sarà uno dei perni della nuova Salernitana. ALESSANDRO ROSINA, 30 giugno 2020: Il pesante contratto pluriennale e l’annata non eccelsa sono macigni che ne impediranno la collocazione sul mercato. Si profila una permanenza forzata, sempre che non si decida per una rescissione consensuale. JOAO SILVA, 30 giugno 2018: Possibile addio per il portoghese nonostante un altro anno di contratto. MASSIMO CODA, 30 giugno 2020: Sarà il pezzo forte del mercato granata e stavolta sarà difficile trattenerlo. Potrebbe essere sacrificato per una squadra di massima serie, sempre che l’offerta sia congrua e soprattutto che Lotito non decida di “promuoverlo” alla Lazio… ALFREDO DONNARUMMA, 30 giugno 2018: Il suo addio è praticamente certo, visti i rapporti ormai deteriorati con la società che difficilmente riuscirà a monetizzare dalla sua cessione come invece avrebbe fatto un anno fa. Il Foggia neo promosso è in pole position. Per quanto riguarda gli altri calciatori sotto contratto, Laverone sarà riscattato automaticamente dall’Avellino in caso di salvezza, come avvenuto per Caccavallo con il Venezia dopo la promozione in B. Il portiere greco Iliadis ha un altro anno di contratto, mentre è in scadenza Antonio Grillo. Sarà riconfermato? Ai posteri l’ardua sentenza…

Consiglia