Salernitana, è allarme centrocampo

Scritto da , 17 novembre 2016
salernitana

di Marco De Martino

SALERNO. Campanello d’allarme per Beppe Sannino. Ieri pomeriggio è stato costretto allo stop forzato il centrocampista Della Rocca. L’ex regista di Bologna e Perugia ha svolto soltanto una seduta fisioterapica mentre i suoi compagni si allenavano al Mary Rosy. Un provvedimento precauzionale da parte dello staff medico nei confronti di Della Rocca, che però arriva a poche ore ormai dalla sfida del Francioni con il Latina. Un contrattempo che va ad aggiungersi a quello occorso a Busellato. Anche ieri infatti l’ex mediano del Cittadella ha svolto un lavoro atletico specifico e resta in forte dubbio per Latina. Appare difficile, onestamente, ipotizzare una presenza in campo da parte di Busellato, che nella migliore delle ipotesi, si accomoderà in panchina. Molto più realistico pensare ad un recupero di Della Rocca, anche se Sannino sta già studiando le possibili contromosse. E’ praticamente certo a questo punto che, in mediana, tornerà dal primo minuto Moses Odjer. Il ghanese, subentrato proprio a Busellato domenica scorsa durante il match con la Ternana, sarà il perno centrale e sarà affiancato da uno tra Della Rocca e Ronaldo. Per quest’ultimo, in caso di mancato recupero di Della Rocca, potrebbe finalmente arrivare l’opportunità di giocare dal primo minuto che manca da tempo. In una sola circostanza infatti, in questa stagione, Ronaldo è partito nell’undici titolare, nella trasferta di Cesena in cui non ha brillato ma dove non ha nemmeno demeritato. Sabato, al Francioni, potrebbe dunque concretizzarsi per lui un’altra chance. Fuori dai giochi, almeno per il momento dopo il caso della settimana scorsa, sembra essere Zito. Per il resto Sannino sembra ormai avere le idee chiare. Nella seduta svolta ieri al Mary Rosy, aperta con un riscaldamento seguito da un lavoro di resistenza alla velocità e chiusasi con esercitazioni sui tiri in porta e un lavoro tattico dieci contro dieci in fase offensiva, il trainer ha mischiato le carte ma ha comunque fatto trapelare qualche indicazione importante. Innanzitutto che Rosina, Coda e Donnarumma saranno ancora una volta in campo insieme dall’inizio. Con quale modulo, poi, non è ancora stato stabilito anche se lontano dall’Arechi Sannino sembra maggiormente propenso ad accentrare Perico nel ruolo di centrale e di spostare Improta sulla corsia di destra, riproponendo dunque il 3-4-1-2. Proprio in difesa, visti i rientri di Tuia dalla squalifica e di Luiz Felipe dagli impegni con la Nazionale under 20 verdeoro, la concorrenza per Mantovani aumenta e non è detto che Sannino, dopo le incertezze di domenica scorsa, lo confermi. Però Tuia, dopo il rosso, deve riguadagnare posizioni nelle gerarchie del trainer mentre Luiz Felipe ha saltato un paio di allenamenti, e così Mantovani, nonostante tutto, resta favorito per una maglia da titolare. Ad ogni modo restano due allenamenti da qui alla sfida di Latina: il primo è in programma questa mattina alle ore 11 al Mary Rosy a porte chiuse, il secondo ed ultimo domani con la classica rifinitura.

Consiglia