Salernitana “due” da urlo: è in finale di Coppa Italia

Scritto da , 25 febbraio 2014

di Marco De Martino

 GROSSETO. La Salernitana espugna Grosseto e per la seconda volta nella sua storia e dopo ben 34 anni dall’ultima (stagione 79/80 con il Padova), approda alla finale di Coppa Italia di Lega Pro. L’avversaria uscirà dalla seconda semifinale che si disputerà domani tra Monza e Cremonese (all’andata 1-2 per i brianzoli a Cremona). A decidere il confronto, dopo il 3-2 granata maturato all’andata, sono state le reti messe a segno da Montervino e Gustavo. Di Bombagi la rete della bandiera del Grosseto. La Coppa sarà anche un obiettivo minore, ma la qualificazione all’atto finale è comunque prestigiosa, ottenuta con una formazione imbottita di seconde linee contro un Grosseto affidatosi all’undici titolare, che può dare una grande spinta, soprattutto emotiva, alla Salernitana anche per la fase decisiva del campionato. Al 1′ Bombagi con una conclusione dal limite scalda le mani a Berardi che respinge sui piedi di Ferretti che deposita in rete ma l’arbitro non convalida per fuorigioco. L’avvio fulminante del Grosseto è però un fuoco di paglia. La Salernitana prende in mano il pallino del gioco ed a metà primo tempo colpisce. E’ il 23′ quando con un lancio di prima Foggia mette Gustavo davanti a Lanni. Il brasiliano salta il portiere che lo stende in piena area: è rigore per la Salernitana e solo giallo per Lanni. Dal dischetto va Montervino che trasforma, ma il direttore di gara annulla ed ammonisce il capitano granata per essersi fermati durante la conclusione. Montervino si ripresenta al tiro, cambia angolo ma il risultato è il medesimo: palla in rete ed 1-0 per la Salernitana. Il Grosseto s’innervosisce ma praticamente non tira mai in porta. La Salernitana controlla il vantaggio fino al riposo. Al rientro in campo ennesima azione fulminante sull’asse Foggia-Gustavo e stavolta il brasiliano batte Lanni. 0-2 e qualificazione alla finalissima ormai in pugno per la Salernitana. Il Grosseto è stordito, Acori prova a rimescolare le carte ma di tiri in porta ne arrivano davvero pochi. E’ anzi la Salernitana, con Ampuero, che al 55′ coglie il palo, e con il neo entrato Fofana, a sfiorare il tris. La gara poi diventa pura accademia fino all’accademico rigore dell’1-2 segnato da Bombagi ed al triplice fischio finale che sancisce la qualificazione alla finalissima di Coppa Italia di Lega Pro della Salernitana.

 

GROSSETO – SALERNITANA 1-2

GROSSETO (4-3-3): Lanni; Formiconi, Burzigotti, Biraschi, Gotti; Perini, Obodo, Onescu (35′ Gioè); Pagano (57′ Mancini), Ferretti (60′ Mat. Ricci), Bombagi. A disp.: Maurantonio, Legittimo, Brenci, Colombi. All.: Acori.

SALERNITANA (4-2-3-1): Berardi; Scalise, Sembroni, Tuia, Piva; Montervino, Perpetuini; Foggia, Ricci (57′ Fofana), Ampuero (78′ Volpe); Gustavo (81′ Mounard). A disp.: Iannarilli, Pasqualini, Luciani, Capua. All.: Gregucci.

ARBITRO: Lanza di Nichelino (Di Salvo/Rossi).

RETI: 25′ Montervino (rig); 46′ Gustavo, 89′ Bombagi (rig.)

NOTE: Spettatori un migliaio circa con sparuta rappresentanza salernitana. Ammoniti Lanni (G), Montervino (S), Perini (G), Formiconi (G), Gustavo (S), Burzigotti (G), Sembroni (S), Tuia (S). Recupero 0′ e 3′

Consiglia