Salernitana, decidi cosa vuoi fare da grande

Scritto da , 20 marzo 2017

di Marco De Martino

SALERNO. Una partita per spiccare il volo. La Salernitana si presenta a Chiavari per l’ennesimo esame di maturità della sua stagione. Contro la Virtus Entella dell’ex Roberto Breda, i granata avranno un compito durissimo ma che è comunque alla portata visto lo stato di salute attraversato da Coda e compagni. Uscire indenni dal piccolo impianto di Chiavari sarebbe innanzitutto fondamentale per allontanarsi dalla zona delle pericolanti e potrebbe rilanciare in qualche modo le ambizioni da play off della squadra granata. Per ora però la classifica dice che le sabbie mobili sono più vicine dell’aria frizzante dell’alta classifica, e così umiltà e grinta viste ad esempio a Benevento saranno condizioni obbligatorie per poter strappare un risultato positivo su uno dei campi più ostici della cadetteria. L’Entella in casa ha mietuto vittime illustri e se non fosse stato per i tanti punti raccolti al Comunale ora gli uomini di Breda sarebbero invischiati nella zona bassa della graduatoria. La Salernitana arriva alla sfida di questa sera nelle migliori condizioni fisiche e psicologiche possibili. Pochi affanni di classifica, solo un calciatore indisponibile (l’infortunato Busellato, neppure convocato) ed il ritrovato feeling con la tifoseria. Lo stesso Bollini pare abbia finalmente trovato la quadratura del cerchio tattica e la giusta gestione del gruppo a sua disposizione. Il trainer punterà ancora una volta sul 4-3-3, che però potrebbe subire qualche variante proprio in virtù della forza fisica dell’avversario. In difesa, davanti a Gomis, ci saranno Perico, Tuia, Bernardini ed uno tra Bittante e Vitale. L’utilizzo del primo sarebbe consigliabile per bloccare meglio la corsia mancina, ma sarà difficile rinunciare a cuor leggero all’ex ternano. A Bollini il compito di scegliere la soluzione migliore. A centrocampo Minala è sicuro del posto, con Odjer e Ronaldo favoriti per le altre due maglie. Zito potrebbe scalare nel tridente d’attacco, sulla sinistra, oppure scivolare in panchina. Questo perché schierare nuovamente Sprocati, più bravo ad offendere meno a difendere potrebbe essere controproducente. Altra possibile variante è l’innesto di Improta, rientrato dal turno di stop per squalifica. Coda al centro e Rosina a destra dovrebbero essere gli altri due prescelti per completare l’undici anti Entella. Insomma, c’è ancora qualche dubbio ma la Salernitana è pronta per l’ennesimo esame di maturità. Questa volta lo supererà a pieni voti o sarà un altro flop? Questa sera sapremo…

Consiglia