Salernitana, che rimonta: con la Ternana i granata ritrovano i tre punti

Scritto da , 13 novembre 2016
salernitana_rosina

di Marco De Martino

SALERNO. Sull’orlo del baratro, la Salernitana ritrova determinazione e grinta anche grazie al regalo del ternano Meccariello che si fa espellere, e dà vita ad una rimonta strepitosa che le regala i tre punti contro la Ternana. Dopo le reti in avvio di Palombi e Falletti, i granata si scatenano trovando prima della fine del primo tempo tre gol con Perico, Coda e Vitale su rigore. Nella ripresa Rosina ritrova il successo personale e chiude i conti. A fine gara applausi per i calciatori, fischi per Sannino.

Dopo pochi minuti il primo brivido, con Della Rocca che batte di testa Di Gennaro su preciso assist di Rosina su punizione, ma il signor Minelli annulla su segnalazione del proprio collaboratore per un fuorigioco molto dubbio segnalato a Donnarumma. La risposta della Ternana è affidata a Petriccione che al 12’ impegna Terracciano direttamente su punizione. Un giro di lancette e dalla parte opposta Improta, liberato al tiro da Rosina, conclude fuori da ottima posizione. Al 23’ la Ternana gela l’Arechi: cambio di gioco di Falletti per Defendi, cross facile facile per la testa di Palombi che anticipa un Mantovani immobile e batte Terracciano. La Salernitana è completamente in bambola: cinque minuti dopo Falletti ruba palla a Della Rocca e dal limite dell’area fa secco un Terracciano non irreprensibile. E’ il 2-0 che affossa i granata. La scossa arriva da Perico che al 32’, in mischia, accorcia le distanze. Poco dopo si fa male Busellato, al suo posto entra Odjer che al 39’ guadagna l’espulsione di Meccariello, autore sul ghanese di un intervento tanto violento quanto inutile al limite dell’area umbra. Al 43’ Donnarumma si produce in un’azione personale finalizzata con un destro a giro che manda la palla verso l’incrocio, ma Di Gennaro si supera smanacciando in corner. E’ il preludio al gol che arriva al 44’ con una punizione gioiello di Massimo Coda che manda il pallone all’incrocio con una conclusione forte e precisa che non lascia scampo a Di Gennaro. Ma non finisce qui. Incredibilmente la Salernitana completa la rimonta sul gong. Rosina pesca in corridoio Perico che sbuca alle spalle di Germoni, il quale lo atterra in piena area. Dopo un attimo di esitazione Minelli decreta il calcio di rigore, il primo della stagione per i granata: l’ex Vitale si incarica della trasformazione, che realizza con una botta centrale sotto la traversa. E’ l’incredibile 3-2 per la Salernitana che conclude un primo tempo pirotecnico.

La ripresa si apre in maniera diametralmente opposta rispetto alla fine della frazione precedente. La Ternana resta rintanata nella sua metà campo affidandosi alla verve dello scatenato Falletti, praticamente imprendibile, mentre la Salernitana sulla falsariga dell’avvio di partita rimane passivamente sulle sue. Una tattica che premia i granata, che vanno a segno per la quarta volta al 70’ con Rosina, lesto a ribadire in rete una maldestra respinta di Di Gennaro su un tiro non irresistibile di Coda. Il resto della gara, a parte una traversa allo scadere colta da Coda, è accademia. La Salernitana torna alla vittoria che regala ossigeno alla classifica ma i problemi, purtroppo, restano.

SALERNITANA-TERNANA 4-2

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Perico, Bernardini, Mantovani (55’ Schiavi), Vitale; Improta, Busellato (35’ Odjer), Della Rocca, Rosina; Donnarumma (79’ Caccavallo), Coda. A disp.: Liverani, Franco, Ronaldo, Libertino, Laverone, Joao Silva. All.: Sannino

TERNANA (4-3-1-2): Di Gennaro; Zanon, Valjent, Meccariello, Germoni; Defendi (41’ Masi), Petriccione, Di Noia (73’ Surraco); Falletti (79’ Palumbo); Avenatti, Palombi. A disp.: Aresti, Della Giovanna, Contini, Sernicola, Di Livio, Bacinovic. All.: Carbone

ARBITRO: Minelli di Varese (assistenti Intagliata-Villa. Quarto uomo: Mastrodonato)

MARCATORI: 23’ Palombi, 28’ Falletti, 32’ Perico, 44’ Coda, 49’ pt Vitale (rig.), 70’ Rosina

NOTE: Spettatori 9522 di cui una decina da Terni. Ammoniti Mantovani, Masi, Zanon. Espulso al 39’ Meccariello per gioco violento ed al 92’ Surraco per doppia ammonizione. Recupero 5’ e 3’

Consiglia