Salernitana, Calil all’ultimo respiro: Martina ko

Scritto da , 18 gennaio 2015
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Una magia di Calil ad un minuto dal novantesimo consegna tre punti soffertissimi alla Salernitana contro un modestissimo ma volitivo Martina. Una vittoria tanto sudata quanto pesante, che accorcia nuovamente a due le lunghezze che dividono i granata dalla capolista Benevento.

LA CRONACA La prima emozione arriva dopo 7’ sull’asse brasiliana, con Gabionetta che dopo essersi bevuto Kalombo arriva sul fondo e cross rasoterra per l’accorrente Calil, il quale però alza troppo la conclusione mancina e la palla sorvola la traversa. La Salernitana mantiene il pallino del gioco ma le occasioni scarseggiano anche perché la squadra sembra sfilacciata con due soli centrocampisti di ruolo, un lampo arriva al minuto 26, quando Bocchetti lascia partire un cross invitante sul secondo palo, raccolto con un perentorio stacco di testa da Nalini la cui conclusione però si stampa sulla traversa. Un minuto dopo è Gabionetta a sfiorare il vantaggio con un diagonale dal limite che sfiora il montante alla sinistra di Bleve. E’ soltanto una fiammata che si esaurisce presto. La prima metà di gara si chiude a reti inviolate, tra i fischi dei tifosi granata.

Nella ripresa la Salernitana è più viva ma di occasioni limpide continuano a non vedersene. Al 66’ potrebbe esserci la svolta, con Di Risio che affonda in piena area Calil, ma l’arbitro incredibilmente non assegna il penalty. Il brasiliano avrebbe l’opportunità di segnare ma da un metro su cross di Gabionetta riesce a spedire incredibilmente in curva sud. Al 76’ è ancora Calil a fallire una palla gol solare, lisciando dopo l’ennesima incursione di Gabionetta. La porta del Martina sembra stregata. All’81’ infatti la Salernitana coglie la seconda traversa, stavolta con Franco di testa. All’85’ Bleve compie un autentico miracolo su un tiro da limite di Calil, ripetendosi pochi secondi dopo su un diagonale di Colombo. A questo punto soltanto una magia di un singolo può risolvere la partita. Ci pensa, all’89’, Caetano Calil che, dopo aver ricevuto palla sulla sinistra, si accentra, salta tre avversari e con un destro a giro fa secco Bleve. L’Arechi esplode di gioia, la maledizione del gol è rotta. La Salernitana riesce a vincere una gara rivelatasi più difficile del previsto ed a riportarsi a -2 dal Benevento. La lunga volata coi sanniti è già iniziata.

SALERNITANA-MARTINA FRANCA 1-0

SALERNITANA (4-2-4): Gori; Colombo, Tuia (10’ Bianchi), Lanzaro, Bocchetti (75’ Franco); Moro (58’ Bovo), Favasuli; Nalini, Calil, Mendicino, Gabionetta. A disp.: Russo, Pezzella, Negro, Grillo. All.: Menichini

MARTINA FRANCA (4-1-4-1): Bleve; Kalombo, Samnick, Fabiano, Memolla; De Lucia; Leto (80’ Brunetti) , De Risio, Diop (91’ Calvetti), Tomi; Arcidiacono. A disp.: Modesti, Boccolieri, Macchia, Curri, Cassano. All.: Ciullo

ARBITRO: Balice di Termoli (Stazi/Pellegrini)

MARCATORI: 89’ Calil

NOTE: Spettatori 7116. Ammoniti Bianchi, Diop, Moro, Memolla, Brunetti, Kalombo. Recuperi 2’ e 4 ‘

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->