Salernitana-Caglioni: ritorno di fiamma

Scritto da , 14 gennaio 2014

di Marco De Martino SALERNO. C’è ancora uno spiraglio per Nicholas Caglioni alla Salernitana. Quando tutto sembrava ormai perduto, con il portiere vicino alla firma con lo scatenato Lecce (che ieri ha praticamente preso dal Varese Neto Pereira e Corti), tutto è stato congelato dal diretto interessato. Caglioni infatti vorrebbe fortemente ritornare a Salerno, sia per la componente affettiva che lo lega alla piazza ma soprattutto ora che in granata è rientrato il suo mentore Fabiani. Il neo diesse lo portò infatti a Messina ai tempi della serie A e sarebbe felice di riabbracciarlo a distanza di tanti anni. Oggi potrebbe avvenire il contatto decisivo tra Fabiani ed il presidente del Crotone Vrenna. Oltre al portiere, l’altra priorità di Perrone è quella del difensore centrale. Al di là delle parole di circostanza, l’interesse della Salernitana per Alberto Bianchi è molto concreto e potrebbe concretizzarsi nelle prossime ore. In alternativa c’è sempre Ghinassi. Da Ascoli potrebbero arrivare anche il terzino Scalise e l’esterno Tripoli, mentre scema l’interesse per Pestrin che tra l’altro è infortunato e tornerà in campo a fine gennaio. Una volta messi a posto questi due tasselli, portiere e difensore centrale, ritenuti indispensabili sia dal tecnico che dalla società granata, Fabiani potrà concentrarsi per risolvere i casi più spinosi. In questo momento a tenere banco sono le situazioni di Ginestra e Guazzo. dati per sicuri partenti, non è poi così scontato che lascino Salerno. Il Cobra, così come Mounard (chiesto nuovamente dal Perugia) è seguito da Zavaglia. L’esperto procuratore ha un buon rapporto con Fabiani tanto che i due potrebbero ricucire lo strappo tra Ginestra e la Salernitana. Intanto Casertana, Messina ed un’altra mezza dozzina di società di Lega Pro attendono al varco l’evolversi della situazione. Per quanto riguarda Guazzo tutto dipenderà dalla volontà della società. Lotito ha ribadito all’attaccante di volerlo confermare almeno fino a giugno ma se dovesse arrivare un’offerta allettante potrebbe anche cedere. Intanto però una delle pretendenti, l’Entella, si è tirata fuori ufficialmente. Nessuna novità nemmeno per i calciatori in scadenza e che, almeno in teoria, potrebbero già firmare per un’altra squadra. Gustavo è il caso più importante, ma il brasiliano difficilmente si muoverà da Salerno a gennaio nè tantomeno Lotito se lo farà scappare a zero. In attesa di essere piazzati i vari Berardi, Sbraga, Zampa e Topouzis, mentre difficilmente potranno muoversi Volpe (che può andare solo a Lanciano), Foggia (sondato timidamente dalla Juve Stabia) ed Esposito.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->