Salernitana, Bollini sfoglia la margherita

Scritto da , 16 marzo 2017

 

di Marco De Martino

SALERNO. Una settimana così, ad Alberto Bollini, non era mai capitata. Per la verità era da tempo che la Salernitana non trascorreva un clico lavorativo tanto sereno e senza intoppi. Sarà stata la vittoria col Brescia, sarà che la dea bendata ha finalmente rivolto il proprio sguardo verso l’Arechi, fatto sta che (toccando ferro…) il gruppo a disposizione del trainer lombardo è quasi al completo. Se non fosse per le assenze di Busellato e Mantovani, entrambi recuperabili dalla prossima settimana, Bollini avrebbe a disposizione tutti i calciatori. Un evento più unico che raro che non può che favorire la preparazione del match del monday night contro la Virtus Entella del grande ex Roberto Breda. Ieri pomeriggio la Salernitana ha svolto le prove generali all’Arechi, in un insolito allenamento notturno per abituare la vista ai riflettori che lunedì sera illumineranno la gara tra i granata ed i liguri. I calciatori agli ordini di Bollini hanno aperto la seduta con un riscaldamento tecnico seguito da esercitazioni tattiche e soluzioni di gioco. I granata sono quindi stati impegnati con un lavoro a reparti, partite a tema e una partitella finale. Come detto non hanno partecipato all’allenamento Massimiliano Busellato, che si è sottoposto a seduta fisioterapica e ha svolto un lavoro specifico in piscina, e Valerio Mantovani, che si è sottoposto a seduta fisioterapica a causa dei postumi di un trauma distorsivo alla caviglia destra. C’era invece Ronaldo: il brasiliano ha smaltito l’affaticamento muscolare che l’ha rallentato martedì scorso ed è stato provato tra i titolari da Bollini nella partitella a ranghi misti fatta svolgere sul finire della seduta. Il trainer, com’è chiaro, confermerà il 4-3-3, modulo che ha dato le risposte miglori sotto la sua gestione. Bollini ha tanti dubbi vista l’abbondanza di opzioni in ogni reparto. Ieri sera nelle prove la difesa a quattro era la medesima della gara di sabato scorso con il Brescia, ovvero davanti a Gomis c’erano Perico a destra, Vitale a sinistra e Tuia e Bernardini al centro. Solo Bittante, che potrebbe essere preferito a Vitale a sinistra perché maggiormente avvezzo alla fase difensiva, ha possibilità di insidiare questo quartetto. Schiavi (che ieri ha spento 31 candeline) e Luiz Felipe saranno ancora una volta tra i rincalzi. A centrocampo, detto di Ronaldo, Minala viaggia verso la riconferma mentre il rientrante Odjer, dopo la squalifica, potrebbe scalzare Zito nel ruolo di interno sinistro. Per l’ex avellinese potrebbe esserci l’opzione tridente, anche se per quel ruolo sembra essere favorito Sprocati dopo l’ottima fornita contro il Brescia. L’ex della Pro Vercelli è in vantaggio anche su Improta che, al pari dello stesso Della Rocca, rischia di finire in panchina. A completare il tridente infatti, oltre all’inamovibile Coda al centro, potrebbe esserci Rosina sempre che Bollini, come accaduto a Benevento, non decida di affidarsi ad un esterno di ruolo. In tal caso rientrerebbero in gioco Improta e Zito. Verso l’ennesima panchina, nonostante abbia ritrovato la via del gol, viaggia spedito Alfredo Donnarumma. Ad ogni modo sono previsti ancora diversi allenamenti da qui a lunedì e qualcosa potrebbe cambiare. Oggi infatti alle ore 15 allo stadio Comunale di Montecorvino Pugliano la squadra granata affronterà in amichevole la compagine locale. Una gara che potrà regalare importanti spunti, anche perché si disputerà a porte aperte. Tanti tifosi della provincia accorreranno per salutare i propri beniamini col solito grande calore.

 

Consiglia