Salernitana, Bollini pronto a cambiare

Scritto da , 15 aprile 2017

di Fabio Setta

SALERNO – Non ama il termine turn over e lo ha ribadito più volte. Ma al di là di come si voglia chiamarlo, contro il Latina scenderà una Salernitana sicuramente differente rispetto a quella sconfitta nell’ultimo match di campionato giocato in casa della Ternana. Un po’ per via del rush finale, con tanti impegni ravvicinati che attendono i granata, un po’ per le vicissitudini del Latina che arriva a Salerno in una situazione di piena emergenza tecnica e societaria, il tecnico Bollini sta valutando di apportare diverse modifiche alla formazione iniziale. Almeno stando alle indicazioni degli allenamenti di questa settimana. Qualcosa in più si potrà intuire questa mattina in occasione della seduta in programma all’Arechi e soprattutto dalla rifinitura in programma il giorno di Pasqua al campo Volpe. Sicuramente il tecnico granata è pronto a rilanciare dal primo minuto l’attaccante Donnarumma. L’ex Teramo non ha vissuto fin qui una stagione esaltante tra panchina, infortuni e occasioni non sfruttate. Questa contro il Latina può essere per lui un’occasione importante anche in chiave mercato. Bisognerà vedere se Donnarumma giocherà al posto di Coda, che potrebbe usufruire di un giorno di riposo, oppure come esterno nel tridente offensivo. Bollini ha provato un terzetto inedito composto da Donnarumma, Sprocati e Joao Silva. Difficile però prevedere che possa restare fuori Rosina mentre Improta è sicuramente destinato alla panchina con Coda e con Joao Silva. A centrocampo, considerato l’infortunio di Busellato e la squalifica di Minala, Bollini non ha di certo l’imbarazzo della scelta. Odjer e Ronaldo saranno sicuramente in campo mentre per la terza maglia è in corso il ballottaggio tra Zito e Della Rocca con l’ex Avellino, ampiamente favorito. Novità in vista, infine, anche per quanto concerne il reparto difensivo. Bollini è pronto a lanciare dall’inizio Bittante. L’ex Empoli potrebbe giocare al posto di uno tra Perico e Vitale, con quest’ultimo maggior indiziato all’esclusione. Confermato, infine, il duo Tuia-Bernardini.

Consiglia