Salernitana bella e sfortunata, con il Crotone un punto e tante recriminazioni

Scritto da , 21 febbraio 2016

di Marco De Martino

SALERNO. Una Salernitana bella, sfortunata e commovente mette in crisi il Crotone, sfiorando una vittoria che sarebbe stata strameritata ma cogliendo solo un punticino che serve a poco in termini di classifica. Assoluto protagonista del confronto il portiere del Crotone Cordaz, autore di almeno quattro interventi determinanti. I granata erano addirittura andati sotto per il gol di Stoian, ripreso poco dopo dalla marcatura di Coda, ottava in campionato. Poi tante occasioni, una girandola di emozioni, l’ennesima espulsione, stavolta di Terracciano ed alla fine molta amarezza.

La Salernitana parte a razzo e dopo 3’ sfiora il vantaggio: Coda va via sulla destra, pennella in mezzo un pallone perfetto per la testa di Donnarumma, il quale però colpisce il palo a Cordaz battuto. La Salernitana preme ed al 7’ ancora Donnarumma, innescato da uno schema su punizione calciata da Gatto, colpisce di destro ma Cordaz sventa in uscita disperata. I granata sono in totale controllo del gioco ed al 9’, ancora una volta con Donnarumma, vanno vicino al gol. Uno due in velocità tra l’ex bomber del Teramo e Coda, quest’ultimo chiude il triangolo liberando al tiro il partner che però spara incredibilmente nel settore dei tifosi ospiti. Gatto sulla corsia destra è imprendibile ed al 14’ è lui ad impegnare, dopo un’azione personale, Cordaz in un intervento in due tempi. Due minuti dopo è Oikonomidis a chiamare in causa il portiere calabrese con un fendente dal limite, deviato ancora in angolo. La risposta del Crotone, letteralmente alle corde, è affidata al 18’ ad un sinistro affilato di Martella respinto ad una mano da Terracciano. Un segnale che presto si trasforma in beffa. Due giri di lancette, Ricci apre sul secondo palo per l’accorrente Stoian che batte Terracciano. Un vantaggio assolutamente immeritato per il Crotone, dominato in lungo ed in largo fino a quel momento. E dopo un lungo periodo di difficoltà, la Salernitana al 40’ perviene al meritatissimo pareggio: punizione del solito Gatto, sponda di Donnarumma sul secondo palo per Coda che batte di testa Cordaz. La prima frazione si chiude con l’agonismo alle stelle ma con il risultato in parità.

Nella ripresa Juric corre ai ripari inserendo Garcia Tena al posto del disastroso Balasa e l’ex Palladino in luogo di uno spento Budimir. Un doppio cambio che consente ai rossoblù di prendere il pallino del gioco. Intorno al 60’ la Salernitana torna pericolosa prima con Donnarumma, che non trova il tempo per la battuta da pochi passi, e poi con Moro che con un lob impegna Cordaz in una parata non facile. Intorno al 65’ succede di tutto: Cordaz compie due interventi mostruosi prima su un colpo di testa di Coda e poi sul corner successivo su un tiro a botta sicura di Gatto. La Salernitana rimette alle corde il Crotone, che resiste e riparte in contropiede con Ricci al 66’, il quale serve Palladino che a tu per tu con Terracciano conclude fuori. Entrambe le squadre, scampati i pericoli, tirano i remi in barca anche per l’enorme sforzo fisico compiuto. Nel finale la Salernitana si riversa generosamente in avanti, ma al 93’ in una ripartenza del Crotone Terracciano commette fallo da ultimo uomo su Palladino e si fa espellere. In dieci e con Ceccarelli costretto tra i pali avendo Menichini già usufruito delle tre sostituzioni, i granata tirano i remi in barca e la gara si conclude 1-1. Un pari che serve a poco, da salvare la prestazione al cospetto di una grande. Ma se non vinci anche dopo aver dominato si fa veramente dura.

SALERNITANA-CROTONE 1-1

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Ceccarelli, Bagadur (83’ Trevisan), Bernardini, Franco (70’ Empereur); Gatto, Odjer, Moro, Oikonomidis; Coda (69’ Bus), Donnarumma. A disp.: Strakosha, Pollace, Bovo, Pestrin, Zito, Tounkara. All.: Menichini

CROTONE (3-4-3): Cordaz; Balasa (46’ Garcia Tena), Cremonesi (78’ Salzano), Ferrari; Zampano, Capezzi, Barberis, Martella; Ricci, Budimir (50’ Palladino), Stoian. A disp: Festa, Modesto, Sabbione, De Giorgio, Torromino, Di Roberto. All. Juric

ARBITRO: Ghersini di Genova (Soricaro-D’Apice Q.U. Pasqua)

MARCATORI: 20’ Stoian, 40’ Coda

NOTE: Spettatori 10691 di cui un migliaio provenienti da Crotone. Ammoniti Ceccarelli, Stoian. Recuperi 3’ e 6’

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->