Salernitana bella e scellerata: pirotecnico 3-3 all’Arechi con la Ternana

Scritto da , 4 settembre 2017

di Marco De Martino

SALERNO. Una Salernitana bella, sprecona ma anche pasticciona e scellerata pareggia 3-3 con la Ternana all’esordio stagionale in campionato allo stadio Arechi. Tre volte sotto, i granata hanno la forza di rimontare ma mai di svoltare verso la vittoria. Strepitosa la prestazione di Bocalon, autore di una doppietta che riprende prima Tremolada e poi Albadoro. L’autorete di Bernardini sembra essere la condanna per la Salernitana che però caparbiamente riacciuffa gli umbri grazie ad un rigore trasformato rabbiosamente da Vitale.

Parte forte la Salernitana, con Sprocati e Gatto che sugli esterni mettono in crisi nei primi 5’ la difesa umbra e creano due ottime occasioni potenziali non sfruttate al meglio negli undici 16 metri. La prima vera chance capita all’11’ Sprocati, il quale va alla conclusione a giro di destro dopo uno splendido spunto di Bocalon, ma Bleve è prodigioso nella respinta in tuffo. Al 20’ è Della Rocca a provarci con un bolide di sinistro di contro balzo dai trenta metri ma la palla finisce alta. Nel momento migliore i granata subiscono la doccia fredda. Tuia respinge un cross di Tiscione proprio sui piedi di Tremolada che di prima intenzione lascia partire dal limite un sinistro che non lascia scampo a Radunovic. Nemmeno il tempo di digerire l’amarezza che la Salernitana si riorganizza e pareggia. Azione insistita di Gatto, cross per Sprocati, tiro al volo dell’esterno e tap in vincente sotto misura di Bocalon. L’Arechi esplode.  Una gioia effimera visto che al 30’ la Ternana ripassa in vantaggio. Tiscione salta come un birillo Pucino, crossa verso il centro, Tuia buca l’intervento di testa, non Albadoro che fa secco da pochi passi un Radunovic non irreprensibile. La Salernitana subisce il contraccolpo psicologico e non riesce a reagire fino al 43’, quando a provarci è un anonimo Minala con un tiro di destro dai venti metri respinto con difficoltà da Bleve. Finisce così con i granata sotto di un gol un primo tempo iniziato bene e finito malissimo.

Al rientro dagli spogliatoi nel tridente c’è Rossi e non più Gatto. Pronti via e Della Rocca di testa, su suggerimento di Ricci, non trova lo specchio della porta. I granata sono un’altra squadra e pervengono al pareggio al 48’, ancora con Bocagol. Rossi apre lo spazio al bomber che si aggiusta il pallone, prende la mira e fa secco Bleve con un destro che manda la palla a baciare il palo prima di gonfiare dolcemente la rete. Tre minuti dopo Sprocati taglia la difesa umbra, serve Rossi sulla sinistra che tenta l’eurogol di destro ma sfiora solo l’incrocio alla sinistra di Bleve. Ancora una volta però, con i granata dominatori assoluti del campo, la Ternana passa. A confezionare la frittata Radunovic e Bernardini, con quest’ultimo che, al 58’, devia alle spalle del compagno un pallone innocuo crossato da Tremolada.  La Salernitana rallenta, ma al 76’ un lampo di Sprocati riaccende la sfida. Il laterale fa partire un tiro dalla distanza che viene deviato da Bleve sulla traversa. Sugli sviluppi del corner, un difensore della Ternana colpisce la palla con la mano e Ros decreta il penalty, trasformato come un anno fa da Vitale. La girandola incredibile di emozioni fa segnare all’88’ un altro capitolo da brividi. Tiscione servito da Ferretti si ritrova davanti a Radunovic, batte di sinistro ma stavolta il portiere è bravo a respingere ed a chiudere lo specchio sulla mischia innescata a pochi passi dalla linea di porta. E’ l’ultima palpitazione di una gara a dir poco pazza che termina con un pirotecnico 3-3.

SALERNITANA-TERNANA 3-3

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Pucino, Bernardini, Tuia,Vitale; Minala, Della Rocca (62’ Odjer), Ricci; Gatto (46’ Rossi), Bocalon (81’ Rodriguez), Sprocati. A disp.: Adamonis,  Iliadis, Perico, Mantovani, Asmah, Alex, Zito, Signorelli, Kadi. All.: Bollini

TERNANA (4-2-3-1): Bleve; Valjent, Gasparetto, Marino, Favalli (70’ Ferretti); Paolucci, Defendi; Finotto (49’ Varone), Tiscione, Tremolada (59’ Vitiello); Albadoro. A disp.: Sala, Bordin, Angiulli, Capitani, Franchini, Candellone, Taurino, Carretta, Montalto. All.: Pochesci

ARBITRO: Ros di Pordenone (Assistenti Fiore e Pagliardini. Quarto uomo Balice)

MARCATORI:  23’ Tremolada, 25’ e 48’ Bocalon, 30’ Albadoro, 58’ aut. Bernardini, 78’ Vitale (rig.)

NOTE: Spettatori paganti e abbonati 11.579. Ammoniti Favalli, Gasparetto, Valjent, Ferretti. Recupero 0’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->