Salernitana: Akpa Akprò, l’insostituibile granata

Scritto da , 19 Marzo 2020
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

Jean Daniel Akpa Akpro (foto ussalernitana1919.it) ormai può essere definito una certezza della Salernitana. Superati finalmente i problemi fisici che ne hanno rallentato il recupero, il centrocampista franco ivoriano è un elemento insostituibile dello scacchiere di Gian Piero Ventura. 21 le sue presenza in questa stagione per un totale di 1654’ minuti trascorsi in campo, conditi da un gol da tre punti contro il Cosenza all’Arechi e da un assist, nel match d’esordio contro il Pescara, servito a Niccolò Giannetti. Se non ci fosse stato quel mese di stop, tra settembre ed ottobre, a causa del solito infortunio muscolare subito a Cosenza alla seconda giornata, Akpa Akpro probabilmente avrebbe giocato sempre. Il suo rendimento è cresciuto progressivamente e, dopo l’inserimento nell’undici base di un regista puro come il polacco Dziczek, l’ex capitano del Tolosa ha aumentato i giri, diventando il perno insostituibile del centrocampo della Salernitana. A Perugia ha addirittura indossato per la prima volta la fascia di capitano granata, a testimonianza del fatto che il franco ivoriano è diventato uno dei leader carismatici del gruppo allenato da Ventura. Il dato, tra le statistiche, che balza subito all’occhio è l’84 fatto registrare alla voce contrasti vinti, una specialità nella quale è il leader in casa granata e tra i primi in cadetteria. Una combattività che spesso però sfocia in fallosità: con 51 falli fatti Akpa Akpro è al decimo posto in B tra i calciatori più fallosi (all’ottavo posto c’è il suo compagno Kiyine). Se, da qui a fine stagione, riuscirà ad affinare la propria aggressività ma anche la propria mira in zona gol, Akpa Akpro potrebbe spiccare il definitivo salto di qualità.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->