Salernitana, a Novara arriva la prima sconfitta della stagione

Scritto da , 10 settembre 2016
sannino-allenatore-salernitana

di Marco De Martino
NOVARA
. Al “Piola” arriva il primo ko del campionato per la Salernitana che non riesce a recuperare lo svantaggio maturato in avvio (6’, gol di Faragò) e consegna al Novara i primi tre punti di questa stagione. Pochissime le conclusioni verso la porta per i granata, con Terracciano invece super impegnato soprattutto nel primo tempo. Hanno lasciato a desiderare anche alcune decisioni di Sannino e la direzione di gara di Pezzuto.
Parte benissimo la Salernitana, ma dopo 6’ il Novara passa in vantaggio alla prima vera occasione da gol. Galabinov vince un contrasto con Schiavi aiutandosi in maniera irregolare con i gomiti, il direttore di gara lascia proseguire, la palla finisce a Sansone che crossa dal fondo per l’accorrente Faragò il quale non ha problemi a battere Terracciano. La Salernitana prova a riorganizzarsi ma al 18’ è ancora il Novara a sfiorare il gol con Corazza, ottimamente servito nello spazio da Sansone, ma il cui sinistro viene respinto in uscita disperata da Terracciano. I piemontesi in contropiede fanno malissimo ai granata ed al 24’ vanno ancora vicino alla rete con un colpo di testa di Sansone che manda il pallone alto di poco. Della Salernitana non ci sono tracce, se non per l’eccessivo nervosismo che comporta tre ammonizioni ingenue, a Bernardini, Busellato e Vitale. Nel primo minuto di recupero ci vuole ancora un grande intervento di Terracciano su una staffilata da limite di Dickmann per evitare ai granata la seconda capitolazione. Lo svantaggio minimo, al duplice fischio di Pezzuto, è tutto sommato una fortuna per la Salernitana.
La ripresa inizia come si era chiuso il primo tempo e così Sannino, dopo dieci minuti, si gioca la carta Caccavallo al posto di uno spento Donnarumma. E’ emblematica l’azione che al 60’ vede la Salernitana passare da una potenziale azione pericolosa al possibile 0-2: Coda spreca dopo un break di Rosina, il Novara riparte e si presenta con Galabinov davanti a Terracciano ma il bulgaro cincischia troppo, calcia a botta sicura ma il pallone che s’infrange sul palo. Al 75’ Faragò sfiora la doppietta con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner che manda il pallone di poco alto. Un minuto dopo arriva il primo tiro in porta dei granata con Rosina su calcio di punizione, ma Da Costa è attento e devia in angolo. Nel finale Sannino getta nella mischia anche Della Rocca e Joao Silva al posto di Schiavi e Laverone, tentando il tutto per tutto. Un assalto sterile che non frutta occasioni né tantomeno gol: a Novara arriva la prima sconfitta stagionale per la Salernitana.

NOVARA-SALERNITANA 1-0
NOVARA (4-2-3-1): Da Costa; Dickmann, Troest, Scognamiglio, Calderoni; Casarini, Viola; Faragó, Sansone (77’ Selasi), Corazza (68’ Kupisz); Galabinov (92’ Bajde). A disp.: Pacini, Di Mariano, Beye, Armeno, Adorjan, Koch. All.: Boscaglia
SALERNITANA (3-4-1-2): Terracciano; Mantovani, Schiavi (74’ Della Rocca), Bernardini; Laverone (85’ Joao Silva), Odjer, Busellato, Vitale; Rosina; Coda, Donnarumma (55’ Caccavallo). A disp.: Iliadis, Tuia, Cenaj, Ronaldo, Improta, Zito. All.: Sannino
ARBITRO: Pezzuto di Lecce (D’Apice-Lanza. Quarto uomo Miele)
MARCATORI: 6’ Faragò
NOTE: Spettatori circa tremila, di cui almeno 500 di fede granata. Ammoniti Bernardini, Sansone, Busellato, Vitale, Schiavi, Calderoni, Laverone, Casarini. Recuperi 3’ e 6’

Consiglia