Salernitana, a Barletta torna l’attacco samba

Scritto da , 10 dicembre 2014
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. L’ultima volta che accadde, si giocava con l’Aversa Normanna nel primo cocktail match dell’anno, c’era il sole ed il clima era ancora estivo. La Salernitana era balbettante e per i due protagonisti di questa storia, Caetano Prosperi Calil e Denilson Gabionetta, non finì troppo bene. Il primo, pur avendo rotto il ghiaccio la settimana prima a Martina Franca dal dischetto, disputò una gara sotto tono uscendo tra i mugugni del pubblico dell’Arechi. Al suo posto entrò Negro che diede vita, insieme a Mendicino, alla strepitosa rimonta che fruttò i tre punti con i casertani. Il secondo, anch’egli in ombra, si procurò con una magìa un rigore ed un infortunio nel finale, quando già si era sul punteggio di 4-3 per i granata. Nonostante fosse claudicante, decise ugualmente di andare dal dischetto per calciare, ma il suo tiro finì lemme lemme a lato. Gabionetta uscì zoppicante, aiutato da un massaggiatore, tra gli improperi di capitan Pestrin. Ora, tre mesi dopo, tutto o quasi è cambiato. Calil si è tolto l’etichetta di calciatore lento ed indolente ed è diventato il capocannoniere e trascinatore indiscusso della Salernitana capolista. Gabionetta, dopo tante settimane trascorse tra l’infermeria e la panchina, è reduce da due reti consecutive di cui l’ultima che ha deciso il derby promozione con la Juve Stabia. Dopo 13 partite e qualche spezzone giocato insieme, i due connazionali e grandissimi amici torneranno finalmente in campo insieme dal primo minuto. Con Negro (che ieri si è sottoposto a Parma dal professor Bianchi all’intervento di riduzione della frattura alle ossa frontali e nasali) e Nalini (per il quale la visita specialistica a cui si è sottoposto ieri ha confermato la lussazione della spalla destra) fermi ai box fino a dopo la sosta natalizia e con Mendicino ancora in fase di graduale recupero dopo la brutta botta subita a Matera, i due brasiliani guideranno l’attacco della Salernitana al Puttilli di Barletta. Insomma, tornerà l’attacco samba che già da questa estate faceva sognare la tifoseria granata. Per il resto contro i pugliesi, che dovrebbero essere privi dell’ex Salerno Calcio Raffaele Biancolino anch’egli infortunato, sarà confermata quasi in blocco la compagine che ha sconfitto la Juve Stabia. Unica eccezione, il rientro al centro della difesa a tre di Trevisan: gli farà posto Bianchi. Intanto ieri la squadra si è allenata all’Arechi. Gli uomini di Leonardo Menichini hanno aperto la seduta con un riscaldamento tecnico seguito da un lavoro tattico. I granata hanno svolto quindi torelli prima di concludere la seduta con una partita a campo ridotto ed un lavoro atletico. Assenti come detto Nalini e Negro, hanno svolto lavoro atletico differenziato Ginestra e Pezzella. Oggi si torna in campo, alle 15, stavolta al Volpe.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->