S. Margherita: Adinolfi presenta un esposto alla Procura

Scritto da , 30 dicembre 2014

Un esposto alla Procura della Repubblica. E’ quello che sta predisponendo il consigliere comunale del gruppo Caldoro presidente Raffaele Adinolfi per riportare l’attenzione sulla questione del bocciodromo di Pastena e il suo temibile tetto d’amianto che giace ancora lì. «Sono passati anni anni dalle prime segnalazioni informali dei cittadini e sono stati ostacolati i vari tentativi di raccolta fondi ed autotassazione dei cittadini residenti intenzionati a rimuovere in proprio il problema dell’amianto – scrive in una comunicazione Adinolfi – nel 2014 ci sono stati petizione e raccolte di firme, mie raccomandazioni in Consiglio Comunale, convegni e manifestazioni e sono finalmente saltate fuori le analisi che dimostrano il rilascio in aria di fibre d’amianto respirate a Pastena attorno al bocciodromo». Ma, sottolinea ancora il consigliere, «è passato quasi un anno dall’emissione da parte del primo cittadino di un’ordinanza d’urgenza e la mia proposta di istituzione di un tavolo tecnico con l’Iacp, Comune, maggioranza ed opposizione per la riqualificazione complessiva dell’area è stata ignorata mentre l’Eternit e l’amianto sono ancora lì, respirati dai cittadini di Pastena».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->