Ruggi, adesso la decisione spetta al Prefetto

Scritto da , 21 maggio 2013

E’ tutto nelle mani del Prefetto. Ora sarà Gerarda Maria Pantalone a dover stabilire il nuovo vertice dell’ospedale “Ruggi d’Aragona”. Una richiesta giunta direttamente dal rettore Raimondo Pasquino, nel rispetto dell’ultima ordinanza cautelare del Tar diSalerno e all’indomani della riproposta di Elvira Lenzi alla guida (come commissario) della struttura sanitaria da parte di Stefano Caldoro. Con una nota Pasquino passa la palla alla Prefettura, evidenziando la nomina provocatoria della Lenzi da parte del Governatore che avrebbe trasmesso l’atto all’Ateneo solo venerdì sera alle 22,41, quando – dice il Rettore – «gli uffici erano chiusi». Pasquino, dunque, solleva il mancato rispetto della linea determinata dal Tribunale amministrativo di Salerno che prevedeva una piena condivisione per la nomina del direttore generale tra Ateneo e Regione Campania. Inoltre, lo stesso Rettore ribadisce il veto solo ed esclusivamente sul nome di Elvira Lenzi, «qualsiasi altra persona, iscritta nell’elenco dei direttori generali va bene». Ma ora il Prefetto dovrà decidere ed anche in fretta. D’altronde, attualmente la struttura ospedaliera di via San Leonardo da giorni è senza una guida certa e capace di programmare le essenziali funzioni sanitarie ed anche universitarie, legate alla didattica della facoltà di medicina. Secondo indiscrezioni, la Prefettura potrebbe inviare direttamente al Ruggi un proprio commissario prefettizio, semmai proprio in forza all’Ufficio territoriale di governo di Piazza Amendola. Difficilmente potrebbe sostenere la linea Caldoro. Se così fosse, l’Università potrebbe impugnare nuovamente l’atto.
Ma non è escluso che nelle volontà di Caldoro ci sia proprio un commissariamento (prefettizio, ndr) breve. Ossia fino alla nomina del nuovo Rettore dell’Università di Salerno (Pasquino è in scadenza, ndr), poi dopo si vedrà.

 

21 maggio 2013

Consiglia