Rosina ritrova il gol dopo 849′, l’ultimo 4-2 nel 2008/09

Scritto da , 15 novembre 2016
salernitana_rosina

di Fabio Setta

Dopo quattro pareggi e una sconfitta, la Salernitana è tornata a vincere, conquistando contro la Ternana il terzo successo stagionale in 14 partite. Sono ora ben dodici i punti conquistati all’Arechi sui sedici totali ottenuti fin qui dalla squadra granata. Una vittoria con diversi spunti statistici interessanti. La Salernitana non segnava quattro gol in casa dall’aprile 2015 contro la Lupa Roma in Lega Pro con i gol di Favasuli, Calil e la doppietta di Gabionetta. In serie l’ultimo poker era quello servito al Crotone nell’ottobre2009, 4-1 finale con gol di Stendardo, doppietta di Cozza e gol di Pestrin. Risaliva alla stagione 2008/2009 l’ultimo 4-2 all’Arechi. Quella volta i granata superarono l’AlbinoLeffe con i gol di Iunco, Ganci, Ledesma e la magia di Merino. Grazie al primo gol in maglia granata di Perico la Salernitana ha ritrovato la via del gol dopo 334 minuti di digiuno. E’ tornato invece al gol dopo 347 minuti Massimo Coda che sale a quota 4 nella classifica cannonieri. L’ex Parma ha già eguagliato il numero di reti segnato l’anno corso nel girone d’andata. Ma a proposito di gol, oltre il secondo di Vitale dopo quello segnato al Trapani, va segnalato il ritorno al gol di Alessandro Rosina. Il dieci granata è tornato a segnare dopo un digiuno di 849 minuti, ovvero dal 54’ del match con il Vicenza, alla quarta giornata di campionato. Per Rosina è il terzo gol stagionale e soprattutto per la Salernitana questo è il gol arrivato più tardi nel corso dei match. Finora il record era di Coda al 61’. E’ rimasto invece a secco Donnarumma che non segna da sette partite, dal 4’ minuto sul campo della Spal. L’ex Teramo però degli ultimi 630 minuti granata ne ha giocati soltanto 303, giocando titolare solo tre volte. Adesso i gol in totale dei granata sono sedici (media 1.14), dodici dei quali in casa. Ancora una volta la Salernitana ha segnato solo con i titolari. Sedici anche le reti subite,  otto delle quali all’Arechi. Al quattordicesimo turno di campionato è arrivato anche il primo rigore stagionale per i granata, mentre per la Ternana è il quinto contro: è la squadra che ne ha avuti di più a sfavore.  Sono arrivate le prime espulsioni a favore, ben due. Sannino, che ha festeggiato nel migliore dei modi la panchina numero 500 della carriera (bilancio di 177 vinte, 168 pareggiate e 155 perse), torna in vantaggio di un punto su Torrente che l’anno scorso dopo 14 giornate aveva collezionato 15 punti. Primo successo per il tecnico contro la Ternana che nell’unico precedente aveva vinto 1-0 contro il Catania allenato dal tecnico granata. Primo successo per i granata con l’arbitro Minelli di Varese che aveva arbitrato la Salernitana solo nella scorsa stagione a Novara, mentre perla Ternana è la sesta sconfitta in dieci gare con il fischietto lombardo, la sesta consecutiva. Decima vittoria della Salernitana, infine, nei match con la Ternana. Il bilancio comprende anche otto pareggi e tre vittorie umbre, l’ultima delle quali nella stagione 2002/2003 con il punteggio di 3-0. Da allora tre successi granata e due pareggi.

Consiglia