Rocco Hunt, dopo hit parade voglio disco d’oro

Scritto da , 3 aprile 2014

“E’ davvero un bel periodo, c’e’ molto entusiasmo, energia. E il primo posto in classifica e’ davvero una bella sorpresa. Sapevo che il disco stava andando bene, ma non mi aspettavo davvero di essere in cima”. Rocco Hunt, il giovane rapper vincitore del Festival di Sanremo tra le Nuove Proposte con il brano ‘Nu juorno buono’, con l’entusiasmo che lo contraddistingue dei suoi 20 anni, commenta a caldo il risultato che lo vede in testa alla classifica degli album piu’ venduti della settimana (Fimi/Gfk) con il disco di inediti ‘A verita’, uscito il 25 marzo, davanti ad artisti del calibro dei 99 Posse, Shakira e Giusy Ferreri. Tutti lasciati indietro. “E’ un risultato incredibile. Come lo e’ stato anche il Festival di Sanremo. Ma ogni piccolo traguardo e’ un nuovo inizio verso un nuovo percorso. Ora il prossimo traguardo e’ appendere vicino alla Palma del Festival anche un disco d’oro”. E Rocco sembra decisamente a buon punto, considerando che “‘A verita’” e’ l’album italiano che nel 2014 ha venduto piu’ copie nella prima settimana di uscita – secondo solo a Bruce Springsteen – e ha ottenuto il record di vendite in un solo instore a cui hanno partecipato migliaia di fan. Il rapper di Salerno e’ infatti impegnato nella promozione del suo disco in tutta Italia. “La promozione sta andando bene – dice ancora Rocco -. Sto firmando copie ed e’ molto figo. Durante le presentazione stringo la mano ai supporter, a coloro che veramente mandano avanti la mia musica. E mi sono sorpreso a scoprire che tra i miei fan c’e’ il bambino di 10-12 anni accompagnato dalla mamma e c’e’ anche il nonno che arriva con il mio disco da far autografare”. “‘A verita’” contiene 18 brani, cantati sia in italiano che in napoletano, con importanti partecipazioni di protagonisti della scena rap tra cui Clementino, Noyz Narcos e Ensi, ma non mancano incursioni della migliore musica d’autore come Tiromancino ed Enzo Avitabile e la partecipazione straordinaria di Eros Ramazzotti nell’omaggio a Edoardo Bennato “Un giorno credi”

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->