Ritorna la Via Crucis in costume d’epoca

Scritto da , 16 marzo 2016

 

Il rito che si rinnoverà domenica 20  coinvolgerà più di 130 figuranti, con la partecipazione delle scuole “Nicola Monterisi” e “Don Milani”

Di Davide Naimoli

 

Di Davide Naimoli

Si svolgerà la prossima Domenica delle Palme, 20 marzo, la XXXIX edizione della Via Crucis in costumi d’epoca, organizzata dal Centro Storico e dalla comunità parrocchiale di S.Maria delle Grazie e San Bartolomeo in collaborazione con l’amministrazione comunale. Al Comune di Salerno, nella Sala del Gonfalone, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento che partirà dalle ore 18:30, con la rappresentazione sacra lungo le vie del Centro Storico di Salerno. Ad intervenire alla conferenza, l’ Assessore alla Cultura Ermanno Guerra, il responsabile dell’organizzazione Giovanni Giordano e il parroco don Alessandro Gallotti. La Via Crucis rappresenta un appuntamento tradizionale della Domenica delle Palme, dalla profonda valenza religiosa e popolare, oltre ad essere di notevole interesse per il turismo, come punto di riferimento per chi visiterà la città in questi giorni di festa. La XXIX edizione coinvolgerà più di 130 figuranti, molti dei quali impegnati nella rievocazione sin dalle prime edizioni, mentre quest’anno ci sarà la partecipazione straordinaria degli alunni delle scuole “Nicola Monterisi” e “Don Milani”, oltre all’adesione delle comunità parrocchiali “Medaglia Miracolosa” e “Volto Santo”, per una manifestazione che inizia a coinvolgere anche la parte orientale della città, con l’ulteriore auspicio di effettuare altre modifiche per la Via Crucis del prossimo anno.Il responsabile dell’organizzazione, Giovanni Giordano, ha inoltre tenuto a spiegare che nelle varie edizioni dell’evento, non è mai stato chiesto a professionisti dello spettacolo di interpretare i vari ruoli, per poter così conservare al meglio lo spirito popolare della manifestazione, che, è un racconto a episodi del calvario vissuto da Gesù prima di morire. Giordano ha concluso il suo intervento consigliando di non seguire i figuranti ma di raggiungere in tempo i luoghi che ospiteranno le varie scene, sfruttando i vicoli che li congiungono, per poter vivere più intensamente tutte le tappe della Via Crucis. L’evento, il cui intento è quello di rievocare e far rivivere i momenti fondamentali della passione di Gesù, avrà inizio in Piazza Flavio Gioia alle 18.30 con la scena dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme, proseguendo per Piazza Portanova e al Tempio di Pompona dove sarà presente anche l’Arcivescovo, per concludersi con la processione che accompagna Gesù morto, da Piazza Abate Conforti, luogo della crocifissione, fino alla Chiesa di S. Maria delle Grazie dove sarà possibile sostare in adorazione del Cristo.

 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->