Rissa davanti alla discoteca: i tre marocchini tornano in libertà

Scritto da , 26 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

Sono tornati in libertà i tre marocchini arrestati nella notte tra sabato e domenica. Ieri pomeriggio l’udienza per direttissima davanti al giudice Cantillo.  Inordafricani erano accusati di rissa aggrava e resistenza a pubblico ufficiale. Uno dei marocchini ha reso dichiarazioni spontanee ed ha riferito che si trovava all’interno del locale Bside Sea Garden dal quale in un primo momento era uscito e poi aveva chiesto di rientrare per poi essere cacciato in malo modo.  Dichiarazioni che non hanno trovato conferma nei rilevi delle forze dell’ordine. La rissa si è sviluppata all’esterno del locale ed ha visto coinvolti gli agenti di polizia che tentavano di allontare i marocchini dal locale. Nello scontro tra i tre connazionali, uno dei nord africani ha riportato delle escoriazioni al volto e sul capo. Gli agenti intervenuti sul posto impedivano che i tre soggetti coinvolti nella rissa, E.H. del 1985, E.A. del 1988 e K.K. del 1992, di cui uno risultato pregiudicato per reati in materia di stupefacenti nonché clandestino sul territorio nazionale, continuassero nella loro condotta pericolosa, per i numerosi frequentatori presenti nell’esercizio di intrattenimento (momenti di panico tra i i giovani che in quel momento stavano lasciando la discoteca per rientrare a a casa), ed impedivano che il reato determinasse ulteriori conseguenze. Uno dei tre marocchini autori della rissa, peraltro, alla vista degli agenti, impugnava una bottiglia di vetro raccolta da terra per resistere all’intervento e cercava di colpire un componente dell’equipaggio della Volante che, durante la colluttazione, volta a bloccare i soggetti, ha riportato delle leggere contusioni. Ieri la direttisima con il pubblico ministero che avevo chiesto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ed il divieto di soggiornare nel comune di Salerno. Richiesta non accolta dal giudice che ha rimesso in libertà i tre marocchini. Nel collegio difensivo gli avvocati Rosario Buccella, Fiorenzo Grompone e Fiorenzo Pierro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->