Riscatto Rodriguez, lo spagnolo stende lo Spezia e regala i primi tre punti alla Salernitana

Scritto da , 23 settembre 2017

di Marco De Martino

SALERNO – La Salernitana trova la prima vittoria stagionale in campionato battendo 2-0 lo Spezia all’Arechi. Decisivo l’uomo che non t’aspetti, Alejandro Rodriguez, autore di una doppietta che riscatta i colossali errori commessi a Vercelli. Tre punti che sono una boccata d’ossigeno per la classifica dei granata che risalgono posizioni e guardano con maggiore ottimismo al futuro.

Dopo appena 10’ la Salernitana perde per infortunio Tuia, costretto ad uscire dopo un brutto fallo di Pessina. Al suo posto entra il giovane Kiyine, all’esordio assoluto, che va sulla fascia e con Perico che scala nella linea dei tre centrali.  Una mossa che risulterà decisiva. Dopo un avvio contratto, i granata si scuotono e vanno vicinissimi al vantaggio al 14’. Bocalon lavora un buon pallone sulla trequarti, serve Rodriguez che fa da sponda all’accorrente Sprocati il quale solo davanti a Di Gennaro tenta lo scavino ma il portiere ligure in uscita disperata riesce a respingere. La Salernitana però riesce subito dopo a passare grazie all’uomo più contestato, lo spagnolo Rodriguez. E’ il 18’ quando Bocalon serve di testa l’iberico, il quale compie un pregevole stop di testa a seguire liberandosi di Ceccaroni e scarica un diagonale di destro che non lascia scampo a Di Gennaro. Al 29’ i granata vanno ad un passo dal raddoppio: ancora Bocalon crea, stavolta per Sprocati, il quale dal limite tira in diagonale di sinistro, ma stavolta Di Gennaro ci arriva con la punta delle dita evitando un gol praticamente fatto. Lo Spezia però nel finale di frazione viene fuori e sfiora il pareggio con un bolide dai trenta metri di Acampora, che manda il pallone a stamparsi sul palo alla destra di Radunovic. Questo brivido chiude i primi 45’, con la Salernitana per la prima volta in vantaggio in questa stagione.

Il tecnico dello Spezia Gallo decide di rompere gli indugi, lasciando negli spogliatoi un difensore, Calabresi, ed inserendo una punta, il “Diablo” Granoche. I liguri alzano il baricentro, ma non creano grossi grattacapi, tranne al 60’ quando Radunovic esce a farfalle su un cross di De Col e per poco Granoche non ne approfitta. Incredibile però quanto accade al 65’ quando Bocalon, Sprocati e Rodriguez non riescono, a due metri dalla porta avversaria, a depositare in fondo al sacco il pallone del raddoppio. Arriva però poco dopo, sempre con Rodriguez. Azione straordinaria di Kiyine sulla destra in collaborazione con Minala, la palla arriva a Vitale che scarica un tiro cross verso il secondo palo dove è appostato lo spagnolo che mette la zampata decisiva per il 2-0 granata. Lo Spezia rabbiosamente in avanti ed al 72’ coglie un altro legno, questa volta una traversa, con Marilungo. Non succede più nulla fino al triplice fischio che sancisce la prima vittoria della Salernitana in questo campionato.

SALERNITANA-SPEZIA 2-0

SALERNITANA (3-4-1-2): Radunovic; Tuia (10’ Kiyine), Schiavi, Bernardini; Perico, Minala, Della Rocca, Vitale; Sprocati; Bocalon (66’ Odjer), Rodriguez (76’ Rossi). A disp.: Adamonis, Mantovani, Signorelli, Zito, Rosina, Kadi, Di Roberto, Asmah, Cicerelli. All.: Bollini

SPEZIA (3-5-2): Di Gennaro; Calabresi (46’ Granoche), Terzi, Ceccaroni; De Col, Maggiore (62’ Mastinu), Acampora, Pessina, Lopez; Forte (62’ Soleri), Marilungo. A disp.: Bassi, Capelli, Giani, Bolzoni, Augello, Giorgi, Okereke, Vignali, Masi. All.: Gallo

ARBITRO: Giua di Olbia (Assistenti Caliari e Lanotte. Quarto uomo: Pashuku)

MARCATORI: 18’ e 68’ Rodriguez

NOTE: Spettatori 7465 (compresa quota abbonati). Ammoniti Lopez, Bocalon, Ceccaroni, Terzi, Kiyine. Recupero 2’ e 3’

Consiglia