Ripristinare i fuochi di S. Matteo

Scritto da , 5 maggio 2017

Il 21 settembre è lontano, ma si anticipano le polemiche per San Matteo. E’ da qualche anno che la festa per il Santo Patrono della città di Salerno muove critiche e discussioni nei confronti della giunta comunale. Quest’ anno sono i due consiglieri comunali, Domenico e Giuseppe Ventura, che chiedono il ripristino della consueta manifestazione pirotecnica in onore del Santo. Già l’ anno scorso non sono mancate discussioni e critichi. Dopo la decisione di vietare i fuochi che vige da diversi anni, fece discutere la scelta del primo cittadino, Vincenzo Napoli, di non partecipare alla processione solenne che si tiene ogni anno. Non fu poco lo sconcerto fra i cittadini. Quest’ anno non si sono fatte attendere le discussioni. Anticipandosi di qualche mese, i due consiglieri comunale hanno chiesto al Comune di Salerno con una lettera il tradizionale svolgimento dello spettacolo pirotecnico, forti anche della reazione della cittadinanza degli scorsi anni. La decisone, in onore della sobrietà, infatti, non è stata apprezzata dal popolo salernitano. «Solo a Salerno, dove si spendono milioni di euro per le Luci D’ Artista e per altre manifestazioni, avviene questa mortificazione», così concludono la lettere Domenico e Giuseppe Ventura.

Consiglia