Riparte “Panthakù. Educare dappertutto”

Scritto da , 22 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

Ripartono il 25 ottobre – in presenza e fino alla fine dell’anno scolastico – le attività di “Panthakù. Educare dappertutto”, il progetto selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Capofila è Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini e 25 sono le realtà pubbliche e private partner di un’idea selezionata insieme ad altre 85 tra le oltre 800 presentate sul Bando Adolescenza in tutta Italia. Sono quattro le scuole secondarie di I° grado coinvolte: Montalcini e Calcedonia di Salerno, Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere e Denza di Castellammare di Stabia. Ancora una volta, teatro, danza, musica, sport, gamification, scoperta del sé, webradio ed artigianato, saranno le “materie” fuori aula che i ragazzi studieranno in modo alternativo. A salire in cattedra, nelle ore pomeridiane, gli esperti dei singoli settori: un vero e proprio team di professionisti con i quali gli studenti potranno mettersi in gioco per scoprire i loro talenti e sperimentare fino in fondo le dinamiche del gruppo come occasione di crescita. Dopo una fase in cui i laboratori si sono tenuti in modalità digitale, si ricomincia con una ricca e qualificata offerta di attività che da settembre 2018 seguono di pari passo il percorso formativo degli studenti. Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini curerà la gestione di un’aula studio all’interno delle scuole dove gli alunni, con la supervisione di due esperti tutor, verranno seguiti nell’esecuzione dei compiti, stimolando non solo l’apprendimento ma anche la collaborazione reciproca e l’acquisizione di un metodo di studio da attuare anche in maniera individuale a casa. Saranno ammessi 12 alunni per ogni scuola. Sempre Ai.Bi. curerà la web radio: gli studenti lavoreranno insieme creando una vera redazione che ogni mese andrà on air sulle frequenze della piattaforma nazionale Spreaker. Il diario di bordo degli aspiranti giornalisti riguarderà rubriche, selezioni musicali, interviste a personaggi della scuola e della città e magari anche a qualche personalità di rilievo nazionale e il racconto del progetto Panthakù, imparando contestualmente l’utilizzo di programmi digitali per il taglio e il montaggio delle interviste. Il laboratorio coinvolgerà 10 alunni per ogni scuola. Il CSI, Centro Sportivo Italiano, accompagnerà gli studenti nella conoscenza di due sport: le arti marziali, e la ginnastica ritmica. I tutor lavoreranno molto sull’idea di gruppo come forza, sul rispetto delle regole e sull’impegno per il raggiungimento degli obiettivi. Il laboratorio riguarderà 12 alunni per ogni sport, fatta eccezione per la scuola Principe di Piemonte. Sempre il CSI accompagnerà gli studenti nella conoscenza della gamification, una strategia di insegnamento ed apprendimento che prende spunto dal videogioco. Gli alunni, affiancati da operatori esperti, inizieranno il loro anno di gaming scoprendo, attraverso Minecraft, siti archeologici da esplorare e nei quali scavare, riportando alla luce manufatti di diverso genere per ricostruire le antiche città. Sarà a tutti gli effetti un incontro tra archeologia e gaming: sfruttare il mondo virtuale per ricostruire siti archeologici o aree di scavo. “Minecraft: Education Edition” è infatti un gioco che consente di conoscere ed esplorare nuovi mondi in un ambiente immersivo e coinvolgente, aiutando gli studenti ad acquisire competenze digitali e contribuendo allo sviluppo della loro creatività e di capacità come la collaborazione e il problem-solving, competenze sempre più richieste nel mercato del lavoro. Il laboratorio, in esclusiva per la scuola Principe di Piemonte, coinvolgerà 15 alunni. La Rari Nantes Nuoto Salerno porterà i ragazzi dell’IC Calcedonia e Montalcini di Salerno in acqua nella piscina Nicodemi con un corso di avviamento alla pallanuoto rivolto a 14 alunni che tra tuffi, bracciate, goal e parate si affacceranno a questo sport con l’auspicio di arrivare ad indossare la maglia della serie A come i loro campioni. La Cna, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e la Piccola e Media Impresa, terrà il laboratorio “Orientamoci”. Gli artigiani faranno conoscere il mondo dei mestieri ai ragazzi lavorando insieme. Due saranno gli stage che si potranno scegliere: “Creazione di bijoux e gioielli” e “Moda: disegno, taglio e cucito” per la scuola Calcedonia; “Creazione di borse” e “Creazione di bijoux e gioielli” per la scuola Principe di Piemonte; “Beauty ed estetica” e “Capelli e acconciature” per la scuola Montalcini e “Beauty ed estetica” e “Capelli e acconciature” per la scuola Denza. Mettersi alla prova, seguiti da un tutor artigiano, è il miglior modo per capire le proprie inclinazioni e potenzialità. In cinque giornate gli alunni partecipanti diventeranno dei piccoli artigiani. Sei gli studenti coinvolti per ogni stage. Il Teatro del Giullare e Campania Danza per le scuole Calcedonia e Montalcini, Casa Babylon per la scuola Principe di Piemonte e Funneco per la scuola Denza terranno un laboratorio di teatro. La fase iniziale vede i ragazzi alle prese con lo studio della sceneggiatura e l’individuazione dei personaggi. I ragazzi potranno infine interpretare, preparare le scene e partecipare all’evento finale che si terrà a giugno 2022. I laboratori sono aperti a dodici alunni per ogni scuola. La RETE. Sono partner di progetto, insieme ad Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini capofila: Comune di Salerno, Comune di Castellammare di Stabia (NA), Comune di S.Maria Capua Vetere (CE), IC Calcedonia e IC Rita Levi Montalcini di Salerno, IC Denza di Castellammare di Stabia, IC Principe di Piemonte di S.Maria Capua Vetere, Human Foundation, Fondazione Carisal – Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, ACLI – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani di Salerno, Associazione Vela Centro Servizi Sociali, Acli Service Salerno, Associazione Campania Danza, Associazione Culturale Saremo Alberi – Libroteca, Società cooperativa sociale Saremo Alberi, Associazione Compagnia del Giullare, Associazione Culturale Funneco – Culture Hub, CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Salerno, CNA Campania Nord (sedi di Napoli e Caserta), ASD Rari Nantes Nuoto Salerno, CSI – Centro Sportivo Italiano Comitati Provinciali di Salerno, Napoli e Caserta, Associazione Agape Fraterna Onlus, Associazione Casa Babylon Teatro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->