Rioni collinari al buio e allo sbando

Scritto da , 17 novembre 2017

Erika Noschese

Che i rioni collinari sembrino essere dimenticati dall’amministrazione comunale è ormai un dato di fatto. Come ogni anno, Luci d’Artista si ferma al centro, alle zone più “rinomate” di Salerno lasciando completamente al buio il resto della città perché – ironia della sorte – si accendono le luminarie e, come per magia, si spengono i lampioni. E così, ci si ritrova a percorrere strade di zone quali Giovi, Ogliara o Matierno totalmente al buio come se i residenti non pagassero le stesse tasse. Luci d’Artista è ormai una realtà affermata – e criticata – a Salerno ma a godere di queste luminarie sono ancora una volta solo i cosiddetti cittadini di serie A che hanno la fortuna ( o la sfortuna, a seconda dei punti di vista) di abitare al centro di Salerno o in quelle zone in cui tutto si “accende” da novembre a gennaio. Così, sempre più spesso ci ritroviamo pseudo luminarie messe alla meno peggio dagli stessi residenti, giusto per assaporare lo stesso spirito natalizio che si vive in città e per ricordare a sindaco e assessori, almeno simbolica- mente, che i cittadini dei rioni collinari esistono ed hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri degli altri. Più grave delle luminarie è però la questione sicurezza. Mai una pattuglia di passaggio per verificare che tutto proceda bene, mai un controllo sul territorio se non nei casi in cui si registrano episodi di cronaca. Solo recentemente, infatti, a Pastorano si sono verificati una serie di furti in pieno giorno ma, nel contattare la Municipale, i residenti si sono sentiti rispondere che in quel momento erano impossibilitati ad intervenire in quanto solo due le pattuglie in servizio, impegnate nel controllo del territorio in città. Del resto è ormai chiaro, a Salerno la sicurezza sembra quasi essere diventata utopia ma a pagarne le conseguenze sono sempre i residenti dei rioni collinari, discriminati tante volte e su tante questioni. E le luminarie sono solo un esempio, banale ma non per questo trascurabile.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->