Rinasce l’Orchestra del Conservatorio per la Giustizia e la Solidarietà

Scritto da , 29 novembre 2016
conferenza-concerto-della-procura

Presentato ieri mattina nell’Aula Parrilli il concerto degli auguri organizzato dalla Procura della Repubblica di Salerno che si terrà il 16 dicembre al Teatro Verdi in favore del Banco Alimentare Campania

Di OLGA CHIEFFI

Grande partecipazione ieri mattina nell’Aula Parrilli del Tribunale di Salerno per la presentazione del Concerto per gli Auguri di Natale, organizzato dalla Procura della Repubblica, con lo staff del Giffoni Experience, in veste di Media-Partner, affidato alla professionalità del Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” e ospite del tempio della cultura salernitana, il teatro Verdi offerto dal Sindaco Enzo Napoli, per la serata del 16 dicembre, all’insegna della solidarietà in favore del Banco Alimentare Campania onlus. A presiedere l’incontro con la stampa è stato il Procuratore della Repubblica Corrado Lembo, il quale ha affermato come potrebbe sembrar strano che la Procura possa pensare a far solidarietà, ma sono proprio la giustizia e la cultura che devono operare per “fare” una società migliore. Il sindaco Vincenzo Napoli ha doverosamente aperto le porte di uno dei simboli della cultura cittadina, il suo teatro, un (in) canto civile, ci sentiamo di aggiungere, poiché magistratura, scuola, volontariato, siano il viatico di democrazia e civiltà. “Ricordo –ha aggiunto il primo cittadino – il concerto dell’Orchestra Filarmonica Salernitana diretta da Daniel Oren, nella Sala Nervi in Vaticano, con i poveri seduti davanti a seguire in religioso silenzio, brani di non facile tessitura, segno che l’arte può tutto”. “Il Banco Alimentare Campania ONLUS – illustra il direttore del Banco Alimentare Campania, Roberto Tuorto – ogni giorno è impegnato nella raccolta delle eccedenze alimentari e la successiva redistribuzione a persone povere ed emarginate attraverso strutture caritative convenzionate. Quest’anno abbiamo raccolto circa 6500 tonnellate di prodotti alimentari per un valore commerciale di oltre 13 milioni di euro. Attraverso il progetto Condividere i bisogni per condividere i bisogni della vita, tutto quanto raccolto è stato gratuitamente distribuito a 131.208 persone che vivono in grave disagio economico nella nostra regione che, ogni mese, ricevono un pacco alimentare contenente generi di prima necessità. Ricordiamo il Jean Valjean dei Miserabili e la cena dal vescovo che lo cambiò. Lo scorso 8 agosto è stata approvata la Legge contro gli sprechi alimentari che permetterà il recupero di ulteriori quantità di alimenti da destinare alla beneficenza. Stiamo già attrezzando ed ampliando il nostro magazzino per poter essere pronti a movimentare e stoccare i prodotti. La raccolta fondi servirà ad acquistare un nuovo sollevatore elettrico. I mezzi per la logistica sono davvero importanti per poter svolgere al meglio il nostro lavoro quotidiano. Infine, il 4 dicembre, è prevista una mattinata di volontariato al Banco. Tutti i magistrati che daranno la loro adesione, potranno unirsi ai nostri volontari per preparare i pacchi alimentari che andranno alle famiglie bisognose di tutta la regione nelle imminenti feste natalizie. Siamo onorati – ha concluso il direttore Tuorto – che la Procura della Repubblica di Salerno abbia scelto Banco Alimentare come partner di questa lodevole iniziativa di beneficenza, sostenendo e valorizzando il nostro impegno quotidiano contro lo spreco e contro la fame. Ma siamo ancora più lieti di poter iniziare un percorso insieme per la destinazione alla beneficenza di tutti i prodotti, alimentari e non, che vengono, di tanto in tanto, sequestrati dalla Procura per svariate ragioni”. Un concerto, quello del 16, per il quale il direttore del Conservatorio Imma Battista, unitamente al nuovo presidente del CdA Aniello Cerrato, che da sempre credono nella sinergia tra le istituzioni e al ruolo altissimo e universale che rivestono le arti, capaci di cambiare il mondo, ha fatto rinascere l’Orchestra Sinfonica del Martucci, in cui i migliori allievi siederanno a leggìo con i propri maestri, diretti dal docente della cattedra di esercitazioni orchestrali Massimiliano Carlini. In programma musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, con la partecipazione del coro dell’istituzione diretto da Maria Cristina Galasso e di alcuni solisti tra cui il campione di “Prodigi” Giuseppe Gibboni, che proporrà la Carmen Fantasy di Pablo De Sarasate, il soprano Naomi Rivieccio e il tenore Nicola Straniero. Chiusura della conferenza con due perle del PM guerriero Luca Masini e del Presidente dei giornalisti salernitani Enzo Todaro, per i quali i magistrati recuperano la speranza attraverso la giustizia e l’arte di una società sofferta.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.