Ricorso contro la scarcerazione di Diele il 18 settembre

Scritto da , 10 luglio 2017

La Procura come promesso non ha mollato la vicenda dell’attore Diele, ora a casa della nonna dopo una decina di giorni trascorsi al carcere di Fuorni. Il Pm titolare dell’inchiesta Elena Cosentino ha presentato, come è noto, ricorso avverso la decisione del gip del tribunale di Salerno, Fabio Zunica, di concedere a Domenico Diele gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. La nuova notizia è che il ricorso del Pm sarà discusso, subito dopo l’estate, il 18 settembre.L’accusa è convinta che per il tipo di reato occorra che il colpevole sia in carcere. Troppe contraddizioni nel suo racconto di quanto avvenne quella maledetta notte del 24 giugno in cui ha investito ed ucciso sulla corsia nord dell’autostrada del Mediterraneo, all’altezza dello svincolo di Montecorvino Pugliano, Ilaria Dilillo, la 48enne che viaggiava in sella ad uno scooter. Lui, Diele, ha la patente già sospesa. Eppure è in viaggio da Matera verso Roma dopo aver partecipato al matrimonio di una cugina. L’attore ha trascorso dodici giorni in una cella del reparto transito del carcere salernitano assieme ad altri tre detenuti. la decisione del Gip ha lasciato molte polemiche sul campo, ora si attende l’esito del ricorso e quelle delle analisi fatte nonostante si fosse rapato a zero.

Consiglia