Richiesta di giudizio per l’attore Domenico Diele

Scritto da , 1 dicembre 2017
image_pdfimage_print

Pina Ferro

Richiesta di rinvio a giudizio per l’attore Domenico Diele, accusato della morte della salernitana Ilaria Dilillo. La richiesta è approdata all’ufficio Gip del Tribunale di Salerno  a distanza di alcune settimane dalla notifica dell’avviso di conclusione indagine da parte del sostituto procuratore Elena Cosentino che ha contestato all’attore l’omicidio stradale aggravato dall’assunzione di sostanze stupefacenti. Attualmente Diele è ai domiciliari a Roma con il braccialetto. L’attore 32enne, difeso da Viviana Straccia e Ivan Nigro la scorsa estate mentre percorreva l’autostrada Salerno Reggio Calabria sbalzò in aria uno scooter con a bordo Ilaria Dilillo, uccidendola. Guidava sotto effetto di alterazione psicofisica da uso di sostanze stupefacenti. Il sostituto procuratore titolare dell’inchiesta già in sede di convalida del fermo aveva chiesto per lui il carcere ma il gip non glielo aveva concesso. Diniego della custodida cautelare in cella fatto anche dai giudici del Riesame che non accolsero l’appello della procura ritenendo la «misura cautelare in atto sia pienamente adeguata all’esigenza cautelare e alla personalità di Domenico Diele in quanto lo isola impedendogli ogni possibilità di locomozione e anche di contatto o comunicazione con persone diverse dalle conviventi. Così facendo gli impedisce di rifornirsi di altro stupefacente non potendo contattare il fornitore e, soprattutto, gli impedisce di utilizzare l’auto». Ora si attende la fissazione della data per la richiesta di rinvio a giudizio. L’attore potrebbe anche scegliere un rito alternativo.
Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->