Return in Salerno sui tasti di un pianoforte

Scritto da , 24 giugno 2017

Presentato ieri mattina a Palazzo di Città la sei giorni di confronto pianistico tra Teatro Verdi e Lloyd’s Baia

Di OLGA CHIEFFI

 Da sempre la musica rappresenta una componente fondamentale dell’esperienza umana, che offre notevoli opportunità nell’attivazione di processi di comunicazione, cooperazione e socializzazione, valorizzando la partecipazione e promuovendo lo sviluppo del senso di appartenenza alla comunità, nonchè nell’interazione fra culture diverse. La pratica musicale strumentale, l’interpretazione e la produzione creativa possono contribuire al benessere psicofisico, anche in una prospettiva di prevenzione del disagio, dando risposta a bisogni, desideri, domande, caratteristiche delle diverse fasce d’età. Rispettivamente 17 anni or sono nacque il Concorso Pianistico Internazionale “Vietri sul Mare Costa d’Amalfi”, e due anni dopo il Premio di Esecuzione Pianistica Internazionale “Antonio Napolitano – Città di Salerno”, con due donne al comando, la pianista Ersilia Frusciante e una delle signore della grande Musica, Antonia Willburger per l’organizzazione, con il CTA, in collaborazione col Comune di Salerno, del patrocinio di Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, dell’EPT e del Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno e il patrocinio della Fondazione Alink Argerich. Ieri mattina, a Palazzo di Città, ospiti degli assessori al bilancio Roberto De Luca e Massimiliano Natella, Presidente della Commissione comunale all’Annona e Turismo, consapevoli della macchina perfetta, costituita da prestigiose e feraci sinergie di istituzioni private e mecenati da sempre vicini a questo evento, è stato presentato l’impegnativo programma che vedrà per sei giorni pianisti provenienti da tutto il mondo affrontarsi sulla tastiera di un pianoforte, con audizioni aperte che avverranno dal 25 al 30 giugno, con concerto finale al teatro Verdi di Salerno, previsto per le ore 20, appunto di venerdì, per un confronto leale e trasparente tra scuole pianistiche. “Il 90 % degli iscritti è straniero, segno che l’incanto del territorio e il carisma dei commissari ha seminato bene. Inoltre, tanti che hanno partecipato a precedenti edizioni, ritornano con piacere, per riincontrare lo staff e rivedere i luoghi ove sono stati ben accolti”. “Due le commissioni – ha annunciato il direttore artistico Ersilia Frusciante – per dar modo a quanti siano iscritti ad entrambi le competizioni di esibirsi con tranquillità con una reale possibilità in più. La commissione del Concorso quest’anno sarà, infatti, composta da Pietro Gatto, vincitore del Premio di esecuzione pianistica “A. Napolitano- Città di Salerno” edizione 2011; Salvatore Giannella, docente titolare di pianoforte principale al Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino; Aki Kuroda (Giappone) Membro dell’Associazione PTNA (Japanese Piano Teacher Ass.); Tiziana Silvestri, docente titolare di pianoforte principale al Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno, e Oxana Yablonskaya (Russia), concertista. In commissione per il Premio, invece, ci saranno Costantino Catena, docente di pianoforte principale del Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino; Mario Coppola, docente di pianoforte principale del Conservatorio di Musica Bonporti di Trento sez, di Riva del Garda; Pasquale Iannone, già docente di pianoforte principale del Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari e i due ospiti stranieri Aki Kuroda, e Oxana Yablonskaya”. “Un contributo significativo all’organizzazione ed al supporto logistico, dimostrando come la musica sia sempre fattore di coesione e di scambio – ha annunciato Gianluca Mastrovito del CTA – verrà anche dal Liceo Galdi di Cava de’ Tirreni che ha inviato delle stagiste per l’alternanza scuola – lavoro”. Cinque sono le borse di studio in palio per il Premio Napolitano nelle diverse categorie, mentre, il Concorso Pianistico ne prevede ben nove per un ammontare totale di ben undicimila euro.

 

Consiglia