Restrizioni fino a dopo Pasqua, Speranza: “L’allarme non è cessato”

Scritto da , 1 Aprile 2020
image_pdfimage_print

Le misure restrittive adottate per il contenimento della diffusione del coronavirus saranno prorogate fino a dopo Pasqua su tutto il territorio nazionale. Lo ha confermato, durante l’informativa al Senato – come riporta il sito web repubblica.it – Il ministro della Salute Roberto Speranza: “I dati migliorano ma sarebbe un errore cadere in facili ottimismi. L’allarme non è cessato e per questo è importante mantenere fino al 13 aprile tutte le misure di limitazioni economiche e sociali e degli spostamenti individuali”. Per il ministro della Salute ora è essenziale non abbassare la guardia: “Gli italiani hanno dato una grandissima prova di maturità. Gli esperti dicono che siamo sulla strada giusta, e che le misure drastiche adottate iniziano a dare risultati. Ma sarebbe un errore imperdonabile scambiare questo primo risultato per una sconfitta definitiva del covid, è una battaglia lunga, e non dobbiamo abbassare la guardia”. La ripresa – precisa – “sarà prudente e graduale”. Sulle modalità “sono al lavoro gli scienziati”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->