Restano in carcere i due accusati dell’omicidio della prostituta

Scritto da , 23 maggio 2017
omicidio prostituta Coppola e arrestati

Pina Ferro

Restano in carcere Luigi Femiano e Gennaro Avitabile, i due paganesi, reo confessi, accusati di aver ucciso la prostituta di Nocera Inferiore, Gorizia Coppola, 44 anni. L’omicidio è avvenuto nel corso della notte tra il 1 ed il 2 maggio tra via Alcide De Gasperi e via Mangioni a Pagani (nei pressi del mercato ortofrutticolo). Ieri pomeriggio i giudici del Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di sostituire la misura cautelare in carcere con quella dei domiciliari presentata dagli avvocati Enzo Calabrese e Rino Carrara. Alla base dell’omicidio vi sarebbe una lite per la prestazione sessuale. Nel corso dell’indagine coordinata dalla Procura di Nocera Inferiore e condotta dai carabinieri del comando provinciale di Salerno, è arrivato il fermo per i due ragazzi di Pagani, un 18enne ed un 22enne. Il primo, sarebbe l’esecutore materiale, il secondo, l’istigatore. I carabinieri di Pagani e Nocera, che stanno conducendo le indagini, avrebbero anche recuperato l’arma del delitto, un coltello da cucina che avrebbe trafitto il cuore di Gorizia Coppola procurandole un taglio piccolissimo. La donna fu trovata agonizzante da un passante. Soccorsa dal 118, la 44enne è deceduta durante il trasporto in ospedale. I due, dopo essere stati fermati, hanno subito ammesso le prime responsabilità sul delitto. Subito dopo l’arresto i gli indagati sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Salerno a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Consiglia