Residence a luci rosse a Pastena, il blitz dei Carabinieri

Scritto da , 17 novembre 2016
arresto_carabinieri

Quando i Carabinieri hanno fatti irruzione all’interno di una delle camere dove sisvolgevano gli incontri hard hanno trovato una prostituta con 10mila euro in contanti e con una bottiglia di champagne di una nota marca per festeggiare, probabilmente, l’ennesimo importante guadagno ad opera di un facoltoso cliente. E’ uno dei particolari scoperti in seguito al blitz dei Carabinieri avvenuto ieri pomeriggio in Via Madonna di Fatima nel popoloso quartiere di Pastena a Salerno.

I militari, secondo alcune indiscrezioni, avrebbero denunciato 2 prostitute brasiliane ed una italiana che si prostituivano all’interno del Residence ‘Arechi’. Addosso ad un’altra prostituta pare che i Carabinieri abbiano recuperato la somma di 7 mila euro, provento molto probabilmente dell’attività di meretricio. Tre le stanze nelle quali si svolgevano gli incontri di sesso a pagamento che avevano nomi di alcuni punti caratteristici della città(Ponti del Diavolo, Fornelle e Vicolo della Neve).

Sull’episodio sono ancora in corso indagini da parte dei Carabinieri di Salerno che hanno scoperto il giro di prostituzione utilizzando importanti tecniche investigative e visionando incontri e bacheche di annunci hot sul web. Oltre alle tre prostitute, è stato denunciato anche il proprietario del Residence la cui posizione è al vaglio degli inquirenti per accertare eventuali responsabilità e stabilire se era o meno a conoscenza di quello che avveniva in tre delle stanze della struttura. Rischia una denuncia per favoreggiamento o sfruttamento della prostituzione.

Consiglia