Renzi “snobba” la Campania

Scritto da , 13 febbraio 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

In vista delle elezioni politiche del 4 marzo prossimo, i big nazionali fanno tappa in Campania per incontrare i cittadini ed esporre il loro programma elettorale. Così, se domenica è stato il turno di Luigi Di Maio, aspirante premier del Movimento 5 Stelle e di Riccardo Nencini e Giulio Santagata, promotori della lista Insieme mercoledì sarà il turno di Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia, infatti, alle 10.30 incontrerà i salernitani a Torrione, presso il Monumento ai Caduti delle Brigate Rosse in via Luca Gaurico. Al termine del comizio, la Meloni deporrà un omaggio floreale ai piedi del monumento delle Brigate rosse. Intanto, pare che anche Silvio Berlusconi possa far tappa in Campania: il prossimo 20 febbraio, infatti, dovrebbe recarsi a far visita alla sede della Regione Campania ma non si esclude che possa arrivare nel salernitano, magari con una visita a sorpresa. Tutti i big, dunque, o quasi. Ad astenersi dal tour elettorale in Campania potrebbe essere il segretario nazionale del partito democratico Matteo Renzi, candidato al Senato nella lista plurinominale in Provincia di Napoli. La decisione sarebbe stata presa dallo stesso ex premier dem che avrebbe così affidato al governatore Vincenzo De Luca l’arduo compito di fare campagna elettorale per il partito democratico e appronfondire i punti del programma elettorale. Per queste ragioni pare infatti che il governatore De Luca fino al prossimo 4 marzo, proprio per rispondere alla richiesta di Renzi, abbia annullato tutti gli appuntamenti amministrativi per dedicarsi alla campagna elettorale. Una scelta che di sicuro penalizzerà i democratici proprio per la scelta di Renzi di non recarsi a Napoli per incontrare i cittadini che, alle urne, dovrebbero esprimere la loro preferenza per il partito di Renzi. «Dopo la decisione di Marco Minniti di annullare alcune tappe elettorali in Provincia di Salerno, alcuni giornali anticipano le stessa possibili valutazioni da parte del segretario nazionale Matteo Renzi. Quale e’ il motivo?», scrive su twitter Simone Valiante, deputato dem e riferimento della mozione Emiliano in Campania, “epurato” dalle liste la notte dell’approvazione delle stesse in direzione nazionale, dopo l’accordo tra il segretario Renzi ed il governatore della Campania Vincenzo De Luca». La scelta di Renzi sembra non trovare approvazione anche dai democratici che avrebbero accolto di buon grado il loro leader nazionale per presentare insieme il programma elettorale che dovrebbero mettere in programma in caso di vittoria alle politiche 2018. A chiedersi il perchè della scelta del segretario nazionale dem sono tanti ma, al momento, nessuna replica è giunta dal diretto interessato. Che queste lamentele lo portino a cambiare idea? Staremo a vedere.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->