Regolamento di conti sul bus del Cstp

Scritto da , 25 giugno 2017

Uno sguardo sgradito è valso un vetro di un autobus distrutto a sprangate. E’ stato una sorta di “regolamento di conti” quello avvenuto ieri mattina sull’autobus della linea 10 di BusItalia Campania, in viaggio da Mercato San Severino a Salerno. Un viaggio piuttosto movimentato, caratterizzato da un acceso diverbio tra due ragazzi e un altro poco più grande di loro: quest’ultimo, infatti, parrebbe a causa di futili – se non inesistenti – motivi, avrebbe iniziato a minacciare di morte i due giovani. Il conducente dell’autobus, richiamato dalle grida dell’uomo, si è accertato di quanto stesse accadendo prima di ricevere la richiesta, da parte del ragazzo, di aprire le porte per consentirgli di scendere. Richiesta esaudita ma la storia non si è conclusa. Giunto alunnamed-7 unnamedl’altezza della nuova rotatoria di Fratte, infatti, l’autista si è accorto che, ad attendere il pullman alla fermata, appena scesi da una Yaris grigia – guidata da una donna –, c’erano il ragazzo ed un suo amico. Una circostanza che ha indotto il conducente a non fermarsi e proseguire la sua corsa, al fine di evitare spiacevoli conseguenza. Una decisione che non è, però, stata sufficiente dal momento che il giovane ha prontamente estratto una spranga – anche se alcuni testimoni hanno fatto riferimento ad un piccone – e ha iniziato a colpire uno dei finestrini del mezzo pesante, mandando in frantumi il vetro. Le schegge hanno raggiunto alcuni dei passeggeri a bordo. Sul posto, sono giunti i mezzi di soccorso – che hanno prestato cure mediche a coloro rimasti lievemente feriti – e alcune pattuglie dei carabinieri. I militari hanno proceduto a raccogliere le testimonianze, con particolare attenzione rivolta ai passeggeri che hanno assistito a tutta la scena, al fine di risalire all’identità dell’aggressore che, nel frattempo, aveva fatto perdere le proprie tracce. Dopo i rilievi del caso, l’autobus è stato trasportato presso il deposito aziendale di Fuorni. A quanto pare, i carabinieri avrebbero già individuato e fermato il presunto autore del gesto. Un episodio, questo, che ancora una volta accende anche i riflettori sulla questione sicurezza a Salerno ed in particolare sugli autobus del trasporto pubblico locale. Da anni, infatti, tanto i conducenti quanto la stessa utenza segnalano gravi problemi per quanto concerne la sicurezza a bordo dei pullman, soprattutto per quel che riguarda alcune linee considerate più “delicate” e che più volte sono state “palcoscenico” di eventi simili.

Consiglia