Regione: Bene i fondi ai disabili. Polemiche su Nino D’Angelo

Scritto da , 30 luglio 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino Questa volta c’è il via libera, seppur non senza polemiche, della commissione bilancio, presieduta dal salernitano Franco Picarone, alla variazione al bilancio di previsione per la ricostituzione del fondo per i disabili. Ieri c’è stata l’approvazione, con il solo voto favorevole della maggioranza (contrarie le opposizioni di centrodestra ed astenuti i grillino) e oggi la proposta arriverà in aula regionale. Via libera anche all’altra variazione al bilancio (per incrementare il fondo della cultura) approdata in commissione che però potrebbe essere al centro di polemiche politiche. I provvedimenti, introdotti all’esame della Commissione nella precedente seduta dall’assessore al Bilancio Lidia D’Alessio, sono finalizzati ad incrementare le risorse destinate alle politiche socio-assistenziali, al fine di assicurare azioni a sostegno alle disabilità e alle fasce più deboli, per euro 14.650.000,00, attraverso l’utilizzazione dei fondi disponibili nei programmi di bilancio gestione economica, finanziaria, programmazione e provveditorato (euro 12.150.000,00) e organi istituzionali (euro 2.500.000,00); e per destinare nuove entrate (per complessivi euro 19.000.001,00) ad alcune attività strategiche tra cui maggiori risorse per le attività culturali. Gli emendamenti presentati ai due disegni di legge sono stati dichiarati inammissibili dall’Ufficio di presidenza della commissione, in quanto, rispettivamente, aventi l’effetto di diminuire le entrate o di aumentare le spese, o concernenti materie estranee all’oggetto proprio della legge di bilancio. I due provvedimenti sono iscritti all’ordine del giorno della seduta di Consiglio regionale convocata per questo pomeriggio dalle ore 16,30 ad oltranza. E se sulla variazione relativa alla ricostituzione del fondo per i disabili l’opposizione potrebbe non affilare le armi, sulla proposta di incrementare le risorse culturali non si escludono proteste da parte del centrodestra e del Movimento 5 stelle. Per le opposizioni la variazione non avrebbe carattere d’urgenza. E secondo indiscrezioni all’interno del fondo rientrerebbero anche i fondi per il Trianon recentemente affidato, per volontà del governatore Vincenzo De Luca, a Nino D’Angelo. All’ordine del giorno, inoltre, ci sarà anche la costituzione delle commissioni speciali e della commissione d’inchiesta anticamorra. Quest’ultima si occuperà anche della verifica sullo stato dei beni confiscati alla camorra. Mentre, per quanto riguarda le commissioni speciali – le cui presidenze andranno tutte all’opposizione -, all’attenzione della presidenza del Consiglio regionale andrà la proposta di costituzione di organismi che si occuperanno di “trasparenza”; “riordino di sistemi locali”, “programmi comunitari”. Mentre sono state costituite le commissioni permanenti ambiente ed agricoltura e si riuniranno per la prima volta venerdì per l’elezione dell’ufficio di presidenza. In particolare, alle ore 12,00 si riunirà la settima commissione (ambiente) che è composta da Tommaso Amabile, Vincenza Amato, Stefano Graziano, Nicola Marrazzo, Gennaro Oliviero, Flora Beneduce, Gianpiero Zinzi, Vincenzo Viglione, Maria Muscarà, Nello Fiore, Carmine Mocerino, Maurizio Petracca, Giovanni Zannini, Alberico Gambino, Pasquale Sommese e Francesco Moxedano. Alle 14,00, invece, si insedierà l’ottava commissione (agricoltura) che è composta da Tommaso Amabile, Stefano Graziano, Erasmo Mortaruolo, Gennaro Oliviero, Loredana Raia, Monica Paolino, Michele Schiano di Visconti, Michele Cammarano, Valeria Ciarambino, Alfonso Longobardi, Francesco Emilio Borrelli, Carmine Mocerino, Maurizio Petracca, Vincenzo Alaia, Alberico Gambino, Pasquale Sommese e Francesco Moxedano.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->