Regionali: Forza Italia prepara una sua “black list”

Scritto da , 9 Marzo 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Più che una riunione per comporre la lista, Forza Italia ha stilato la sua “black list”. Insomma ha escluso – non si sa per quale reale motivo – tutti coloro da escludere al momento dalla competizione elettorale. La scorsa sera è stato fatto un primo punto della situazione alla presenza di Mara Carfagna, Gigi Casciello, Pasquale Aliberti, Mimmo Di Giorgio ed Enzo Fasano. Acclarato che Salvatore Arena e Alberico Gambino restano attaccati al progetto di Edmondo Cirielli, si sono escluse anche altre candidature. Così in campo – soprattutto per l’area Salerno città – sarebbero rimasti Gigi Casciello e Sonia Senatore, entrambi supportati direttamente da Mara Carfagna. Fuori rosa al momento sarebbe rimasto Peppe Zitarosa, il consigliere comunale forzista che da tempo spera nel salto di qualità. Ma Zitorosa a quanto pare è in buona compagnia: no anche a Michele Sarno che a Salerno città sta preparando una sua lista civica ma il suo nome era stato calato sul tavolo della Carfagna per una possibile candidatura regionale che avrebbe dovuto sancire la pace. Trattative interrotte anche con Lello Ciccone, l’ex assessore comunale che ha già avviato la sua campagna elettorale, pronto a lasciare Ncd nel caso di una candidatura azzurra. Ma a quanto pare l’avvocato salernitano dovrà restare dov’è. Nulla da fare anche per la proposta Salvatore Memoli. L’ex consigliere provinciale pare non abbia superato il via libera dei vertici. Stessa sorte ancora per l’avvocato Michele Tedesco e per un eventuale coinvolgimento di Guido Milanese, seppur quest’ultimo vicinissimo a Ncd ed in particolare a Gaetano Quagliariello. Tutti nomi, questi, che erano circolati negli ultimi giorni per rafforzare la lista in provincia di Salerno che a quanto pare in città sarebbe abbastanza debole. Ma non si esclude che sulla formazione delle liste possa scendere in campo direttamente Berlusconi. Il cavaliere, infatti, pare abbia chiesto l’impegno del deputato salernitano Nino Marotta che si è detto già pronto a rispondere positivamente alla chiamata. Ma non si escludono ulteriori sorprese e colpi di scena. Intanto pare tramontata l’ipotesi Aliberti. Il sindaco di Scafati dovrebbe rimanere al suo posto puntando nuovamente sulla moglie Monica Paolino, consigliere regionale uscente. L’Agro potrebbe essere rappresentato anche da Felice Luminello, sindaco di San Valentino Torio mentre la provincia sud da Valentino Di Brizzi e dal consigliere provinciale Attilio Pierro (in uscita dai Fratelli d’Italia).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->