Regata Repubbliche Marinare: vogatore veneziano oltraggia simbolo Amalfi e posta foto su Facebook

Scritto da , 7 giugno 2015

La vigilia della 60esima edizione del Palio remiero delle Antiche Repubbliche Marinare che si svolge a Venezia è stata macchiata da un gesto di pessimo gusto che non fa onore all’equipaggio di casa. Uno degli otto vogatori della Serenissima, si è fatto fotografare con le proprie parti basse in corrispondenza della polena di Amalfi rappresentata dal cavallo alato. Il tutto postato, con orgoglio, su Facebook, con tanto di didascalia con riferimento alle donne d’Amalfi.

Un gesto deprecabile che qualifica l’”atleta” – certamente non campione di eleganza – chiamato a rappresentare la gloria del passato commerciale della Serenissima, considerata il “Barcellona” della competizione, da sempre esempio di eleganza e stile.

L’episodio, che la dice lunga su quanto la competizione sia sentita e soprattutto quanto il galeone di Amalfi sia temuto dai “campeones” veneziani, è stato immediatamente condannato dagli Amalfitani: una bravata che ha generato non poche polemiche e in seguito alla quale è dovuto intervenire con forza il sindaco di Amalfi, Daniele Milano, che ha preteso – e ottenuto – le scuse da parte del vogatore.

Alla semplice domanda: “se lo avessero fatto al tuo galeone?”, il giovane non avrebbe fornito giustificazioni adeguate ma si è scusato, rimuovendo la foto dello scandalo su Facebook.

Ci ha pensato poi l’allenatore di Venezia a recarsi presso la delegazione amalfitana per porgere le sue scuse a nome di tutta la squadra veneziana per l’accaduto. Per Venezia, comunque, una clamorosa caduta di stile.

Fonte: il Vescovado.it

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->