Regalo elettorale: ecco un miliardo di euro

Scritto da , 2 marzo 2018

Andrea Pellegrino

«L’avessi avuto io un presidente della Regione così». Vincenzo De Luca lancia l’ultimo atto della campagna elettorale e nella sua Salerno, oltre a scaricare un miliardo di fondi per il capoluogo e la provincia, scherza con Enzo Napoli. «Ti invidio. Io non ho mai avuto tutte queste delicatezze dalla Regione Campania», dice il governatore che riferendosi, poi, alla protesta di mercoledì (con il lancio di sacchetti di immondizia), afferma: «Ognuno ha i suoi affezionati. A me toccano i centri sociali». Quanto alla campagna elettorale, De Luca s’attende «molti voti». «Salerno difenda i suoi interessi – dice – Da due anni e mezzo stiamo facendo messaggi elettorali. Come vedete, il ritmo di attività della Regione non è rallentato di una virgola. Procediamo in genere con iniziative straordinarie». Dall’aeroporto di Pontecagnano fino al pacchetto “Universiadi” passando per infrastrutture per la città di Salerno. Vincenzo De Luca detta l’agenda: «Apriamo un cantiere ogni mese e mezzo». All’aeroporto di Salerno – Costa d’Amalfi, di recente inglobato nella rete regionale di Gesac con Capodichino, vengono destinati 42,5 milioni, di cui 40 per il prolungamento della pista e 2,5 per investimenti in security e servizio antincendio. Sul punto, De Luca ribadisce: «Puntiamo ad avere 3,5 milioni di viaggiatori nell’arco di un decennio. Abbiamo salvato l’aeroporto Costa d’Amalfi che era, praticamente, morto – aggiunge – con l’opposizione delle Cinque Stelle abbiamo trovato risorse per non chiuderlo”. Altri 496 milioni di euro, poi, arrivano da Rete Ferroviaria Italiana, “su decisione – evidenzia De Luca – della Regione”. Per il completamento della metropolitana, dallo stadio Arechi a Pontecagnano Faiano, sono pronti 200 milioni. Per l’elettrificazione della Salerno – Avellino, 220 milioni. Altri 51 milioni sono per la realizzazione del collegamento del polo universitario di Fisciano; 25 milioni, invece, per il nodo complesso, un tunnel, che collegherà il sottopasso della stazione ferroviaria in piazza Vittorio Veneto a Salerno con l’ormai quasi conclusa cittadella giudiziaria. A seguire, 155 milioni di euro finanzieranno le infrastrutture stradali.

ALTRI 60 MILIONI PER PORTA OVEST
Dieci milioni sono previsti per interventi Asi, sessanta milioni per il lotto di Porta Ovest, “che significa – spiega il governatore – riammagliare i tunnel che si stanno realizzando verso il porto con la rete autostradale”. In pratica sul cantiere (già sottoposto ad un continuo stop e go) mancherebbe un ulteriore ed indispensabile pezzo per il suo completamento. 35 milioni di euro per il trincerone ferroviario Ovest e per la realizzazione di un parcheggio con 300 posti auto. L’Anas finanzia con 233 milioni di euro l’ampliamento delle carreggiate del raccordo autostradale Salerno – Avellino. Per la portualità, 20 milioni di euro, utili per ulteriori operazioni di dragaggio dei fondali.

LE UNIVERSIADI

«Tre milioni di euro – dice – per la ristrutturazione e la messa in sicurezza dello stadio Arechi. E 800 mila euro per lo stadio San Francesco di Nocera Inferiore e altri 800 mila euro per lo stadio Dirceu  di Eboli. Ancora ad Eboli, 700mila euro per sistemare il PalaSele, 2 milioni di euro per le strutture del Cus a Baronissi, 1 milione di euro per lo stadio Marcello Torre di Pagani, 1 milione di euro per lo stadio Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni, e 1 milione per lo stadio Squitieri di Sarno».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->