Redditi, Eugenio Stabile in vetta alla classifica dei consiglieri più ricchi

Scritto da , 21 Gennaio 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Eugenio Stabile, Ermanno Guerra, Ciro Russomando: sono i consiglieri comunali sul podio dei più ricchi di Palazzo di Città. Questo emerge dalla dichiarazione dei redditi pubblicata ieri mattina sul sito istituzionale del Comune di Salerno.
Il consigliere Stabile è indubbiamente il Paperone di Palazzo Guerra con un reddito complessivo pari a 129.044 euro e un imponibile pari, invece, a 122.304 euro; a seguire il consigliere Ermanno Guerra con un reddito complessivo pari a 105.606 euro. Poi, troviamo ancora il dottor Ciro Russomando, capogruppo di Attiva Salerno con un complessivo pari a 96.093 euro e un reddito imponibile pari, invece, a 95.602. Un reddito imponibile pari a 91.691 per la consigliera Paky Memoli, referente del centro anti diabete dell’Asl di Salerno. Non è da meno il consigliere di Azione Corrado Naddeo, con un reddito complessivo pari a 72.463 euro e un imponibile di 70.121 euro. A seguire il presidente del consiglio comunale, Alessandro Ferrara, con un reddito complessivo di 63.065 euro e un imponibile di 61.908 reddito imponibile; l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione Trasparenza ha dichiarato un reddito pari a 62246.93; Rosa Scannapieco, con 54.280 euro quale reddito complessivo e 53.010 euro di reddito imponibile; il consigliere della Lega Giuseppe Zitarosa, con un reddito complessivo di 54.071 euro e 49.337 euro di reddito imponibile; Luca Sorrentino con 51.304 euro di reddito complessivo e un imponibile pari a 50.816 euro; Felice Santoro con un reddito pari a 51.298 euro. A seguire il consigliere Nico Mazzeo con un reddito complessivo pari a 48.996 euro e un imponibile pari a 41.596; Donato Pessolano con un reddito complessivo di 45.257 euro; il consigliere di Salerno di Tutti ha invece un reddito complessivo pari a 43.542 euro. E ancora, a seguire ci sono: Leonardo Gallo con un reddito lordo di 42.073 euro e un netto di 38.404 euro; Rocco Galdi con un reddito complessivo di 41.854 euro; il capogruppo al Comune di Forza Italia Roberto Celano con un reddito complessivo di 40.452 euro e un imponibile di 35.513 euro; Domenico Ventura con un reddito complessivo di 40.015 euro; Paola De Roberto con un reddito complessivo pari a 38.461 euro e un imponibile 36.061 euro; Paolo Ottobrino con un complessivo di 35.456 euro e un imponibile di 34.602 euro; Giuseppe Ventura con un reddito complessivo pari a 34.427 euro; Pietro Stasi con un imponibile pari a 32.036 euro; 31.747 euro è il reddito complessivo di Massimiliano Natella, capogruppo al Comune del Psi. Tra gli ultimi, i meno ricci, ci sono invece Horace Di Carlo che ha dichiarato un reddito per attività pari a 24.625 euro; la consigliera Sara Petrone con un imponibile di 20.544 euro; il consigliere della Lega Dante Santoro con 15.518 euro; Antonio Carbonaro con 15.078 euro; Antonio D’Alessio con un reddito imponibile di 14.277 euro a fronte di un complessivo pari a 15.058 euro; Antonio Fiore con un reddito complessivo di 14.035 euro mentre l’imponibile a pari a 12.905 euro; Fabio Polverino con un reddito imponibile di 13.252 euro e, infine, la consigliera socialista Veronica Mondany con un reddito pari a 9.766.90 euro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->