Ravello, Vuilleumier si dimette

Scritto da , 15 febbraio 2015

RAVELLO. Il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier si è dimesso dalla presidenza della Fondazione Ravello. Vuilleumier era stato nominato presidente nel corso della riunione del 5 febbraio scorso.Nella tarda serata di ieri, a distanza di nove giorni, le dimissioni rassegnate nel corso del Consiglio di indirizzo, in seguito alle polemiche che hanno coinvolto la Fondazione con la richiesta del commissariamento da parte dell’ex presidente Renato Brunetta. La procedura di commissariamento è stata avviata ieri dalla Giunta Regionale della Campania. Alla seduta di oggi erano presenti solo i rappresentanti di Comune, Provincia ed Ept e non quelli della Regione Campania. «Sono molto amareggiato – spiega il sindaco – per quello che sta accadendo. Mi sto accorgendo che forse questa Fondazione sta a cuore solo a me. Ho sempre detto che avrei interpretato questa nomina con spirito di servizio in un’ottica di unità e di condivisione. Non è stata interpretata in questo modo e dunque, per il bene della fondazione e della città, preferisco dimettermi. Spero che questo mio passaggio possa accelerare una immediata convocazione del Consiglio per eleggere il presidente. Ancora una volta prevale in me senso di responsabilità è di amore verso la Fondazione». Proprio nella giornata di venerdì la Regione Campania aveva avviato le procedure per il commissariamento della Fondazione Ravello, a seguito della formale richiesta fatta dall’ex ministro Brunetta ed avallata dal ministro Franceschini, che vedeva in tale decisione l’unica strada possibile per uscire dall’impasse.

Consiglia