Ragosta lascia il Pd, va con gli scissionisti

Scritto da , 23 febbraio 2017
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Entro sabato saranno composti i gruppi parlamentari degli ex Pd. Sempre entro fine settimana sarà pronto il regolamento del congresso del Partito democratico. Per le primarie la proposta renziana porta la data del 9 aprile. Ma la novità in casa Pd potrebbe essere la candidatura di Andrea Orlando, attuale ministro della giustizia, che potrebbe così sfidare il suo ex premier Matteo Renzi e il governatore della Puglia Michele Emiliano. Sul fronte scissionisti il gruppo si rafforza con la presenza di Vasco Errani, attuale commissario per il terremoto. In parlamento il “Movimento per una costituente della sinistra” dovrebbe contare 36 deputati e 12 senatori, tra questi dovrebbe esserci anche il salernitano Michele Ragosta, ex Sel poi Pd e oggi scissionista. Tra i campani invece ci dovrebbe essere Luisa Bossa. Ai gruppi degli ex Pd dovrebbero aggiungersi quelli degli ex Sel pronti a seguire Arturo Scotto, si parla di dodici parlamentari in tutto. “Nella costituzione dei gruppi parlamentari del nuovo soggetto di centrosinistra stiamo registrando adesione oltre le aspettative”, ha dichiarato il deputato bersaniano Nico Stumpo. Il salernitano Simone Valiante pare rimanga organico al Pd ma con molta probabilità seguirà la linea di Michele Emiliano.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->