Raggiro su Badoo: la vittima resta bloccata per il Bataclan e non può testimoniare

Scritto da , 2 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

Avrebbe dovuto testimoniare davanti ai giudici del Tribunale di Benevento ma il caso ha voluto che una giovane salernitana, vittima di un raggiro a sfondo sessuale su internet, si trovasse a Parigi nel giorno dell’agguato al Bataclan. Per la giovane, oltre al giustificato spavento per quanto accaduto in quei terribili istanti, non c’è stata nessuna conseguenza par- ticolare ma, in considerazione della grave situazione, non ha potuto lasciare Parigi per rientrare in Italia e recarsi a Benevento per deporre davanti al giudice del tribunale sannita. La giovane ha denunciato un uomo che aveva creato un profilo falso con dati reali sul sito per incontri Badoo. Orginario dell’avellinese, impiegato a Benevento, quest’ultimo è finito a processo per aver messo nei guai una ventenne salernitana. In pratica l’uomo si è sostituito alla giovane creando l’account utilizzando le foto pubblicate su facebook da quest’ultima e non contento di ciò realizzando il nikname con i dati anagrafici della vittima. Nel giro di poco tempo l’uomo è riuscito a fare amicizia con i contatti maschile della salernitana. Da quel momento, per quest’ultima, è iniziata una vera e propria odissea in quanto, attraverso il falso profilo, l’avellinese intratteneva conversazione hot con gli amici della ventenne. Quest’ultimi, quando la incrociavano, si soffermavano anche sui piccanti dialoghi via internet con la giovane che cadeva letteralmente dalle nuvole. Una situazione diventata insostenibile, da qui la denuncia con il conseguente rinvio a giudizio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->