«Questa è una brutta pagina per la storia di S.Marzano». Speciale “rielezioni”

Scritto da , 12 febbraio 2016
image_pdfimage_print

SAN MARZANO. “Una brutta pagina della storia di San Marzano sul Sarno” così il sindaco Cosimo Annunziata commenta la decisione del Tar di rinviare al voto elettorale le sezioni 3,4,5 dopo il ricorso presentato davanti ai giudici amministrativi da parte di Andrea Annunziata che era stato sconfitto alle urne dal primo, per soli 91 voti. I giudici hanno deciso di ripetere le elezioni in quanto sarebbero emerse delle irregolarità nei seggi 3,4,5 di San Marzano. Sezioni che contano circa 500 persone ciascuno. “Non siamo noi gli autori di questa situazione. Nel pieno segno della trasparenza ho convocato questa conferenza stampa proprio per far luce su una vicenda triste per la nostra comunità. Mi piacerebbe portare agli onori della cronaca San Marzano per notizie diverse, ma, purtroppo questa volta si è verificata una situazione davvero brutta per noi – spiega Annunziata  – Non ci sono precedenti nella storia di questa città su casi simili”. Poi Annunziata dice la sua circa l’atteggiamento dei suoi antagonisti politici: “Nulla da eccepire nei confronti di chi ha presentato il ricorso: era una scelta legittima e su cui siamo certi che sarà fatta preso chiarezza” commenta Annunziata Cosimo ” La sentenza è chiaro che non penalizza chi ha fatto il ricorso ma chi viene danneggiata è la nostra città e la stessa amministrazione, parte lesa in questa vicenda. E’ una cosa che lascia perplessi: proprio per fare chiarezza, l’amministrazione, come atto dovuto, ha querelato (non penalmente ma come indirizzo amministrativo) i presidenti di seggio delle sezioni interessate dal provvedimento giudiziario. Intanto continueremo la nostra linea amministrativa nell’attesa di ricevere indicazioni dalla Prefettura di Salerno”. Sul ritorno alle urne, Annunziata dice: “Siamo pronti a scendere nuovamente in campo con la nostra campagna elettorale rispettando la decisione dei giudici del Tar Campania. Solo per quelle tre sezioni, non tutto dall’inizio – spiega – Non voglio ricorrere agli organi superiori per Appelli e ricorsi: affronteremo nuovamente il voto della città. Rispetto a questa vicenda poi, decideremo in maniera definitiva insieme alla maggioranza. In caso di elezioni, ho chiesto alla maggioranza anche di decidere di non fare la campagna elettorale porta a porta ma far scegliere il popolo in piena libertà”.  Ora la parola passa alle urne ma vista le premesse ci attendono sessanta giorni di infuocata campagna elettorale.

Gabriele Musco

 

E ora Annunziata chiede al prefetto di inviare un commissario

SAN MARZANO SUL SARNO. Dopo averr vinto il ricorso al Tar, Andrea Annunziata (nella foto) non commenta per ora la sentenza del Tribunale amministrativo regionale. Si aspetta però un intervento das parte del prefetto di Salerno affinchè nomini al più presto un commissario prefettizio.  Così Andrea Annunziata: «Non faccio alcuna dichiarazione sulla sentenza del Tar, ancora non l’ho letta tutta” spiega Andrea Annunziata “Preferisco attendere. Ma, mi aspetto che il Prefetto commissari il Comune di San Marzano sul Sarno dopo la sentenza emessa dai giudici amministrativi di primo grado. Secondo me non è questa la pagina triste della città di San Marzano ma è come questa città è stata amministrata in questi anni ad aver scritto un brutto momento per la nostra comunità” dichiara Andrea Annunziata “Sono stati anni di tristezza e questo non è altro che un ulteriore problema: passeggiando per le strade della città ci si rende conto che siamo messi male. Questa amministrazione – conclude l’ex sindaco Andrea Annunziata.- dovrebbe andare via per diversi motivi, non solo per quello che sembra sia successo nei seggi interessati. Devo essere sincero, sopo la sentenza del Tar, i cittadini li vedo più allegri come un segno di liberazione».     g.m.

 

«Completeremo  tutte le opere pubbliche che abbiamo avviato»

Sentenza Tar non ferma l’attività amministrativa – cosi conferma l’Assessore allo Sviluppo e ai Lavori Pubblici Marco Iaquinandi – “Ripartiamo dopo poche ore di stop, sono stati assegnati i lavori per la riqualificazione del piano terra della casa comunale ed anche i lavori di riqualificazione del parco urbano, chiusa la procedura per pubblicare il bando del rifacimento delle strade di via E. Fermi, via Marconi, via Salvo D’Acquisto e viale 8 Marzo. Dalla Provincia abbiamo avuto l’ok per i lavori di via Matteotti e ci consegneranno l’area di Largo de Gasperi e la Rotonda in modo da poterla riqualificare” . L’Assessore che ha delega anche per i rapporti con le associazioni culturali conferma inoltre che sono state approvate tutte le proposte delle associazioni per le iniziative 2016 ed è in pubblicazione l’avviso per il Baratto Amministrativo che consentirà ai cittadini di compensare le tasse con il lavoro.Un impegno concreto dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Cosimo Annunziata anche per la valorizzazione dei prodotti tipici e della filiera agro alimentare – “Abbiamo chiuso la procedura per la short list di esperti per la costituzione del DeCo San Marzano. (innovazione ed opportunità unica)
– continua l’Assessore Iaquinandi – Oggi sopralluogo sulla tribuna del campo sportivo che è stata collaudata e avviamo l’iter per aprirla”. In attesa delle modalità di voto per le tre sezioni chiamate al voto, il sindaco Cosimo Annunziata ribadisce l’impegno quotidiano e costante dell’amministrazione oltre all’iniziative intraprese da San Marzano sul Sarno per rispondere alle esigenze di maggiore raccordo con le istutuzioni ed enti locali. ”
g.m.

Il Commento

Il primo cittadino non lascia e lancia la sfida al suo storico rivale Andrea Annunziata

Dopo la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Salerno che ha deciso la “rinnovazione delle operazioni di volto per le sezioni 3,4 e 5” a San Marzano si riaprono le cabine elettorali. Infatti, l’eventuale tornata elettorale, salvo ulteriori ricorsi al Consiglio di Stato, dovrà tenersi entro 60 giorni dalla decisione del Tar. Ieri mattina il sindaco in carica, Cosimo Annunziata, ha annunciato in solitaria che non farà ricorso al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar di Salerno «la mia personale opinione – dice nel corso della conferenza stampa a Palazzo di Città – è di permettere il ritorno al voto nel più breve tempo possibile. Poi nelle prossime ore gli assessori e il gruppo dei consiglieri di maggioranza decideranno democraticamente cosa fare, se procedere o meno con un ricorso e quindi richiesta di sospensiva al Consiglio di Stato». Il primo cittadino, nonostante avesse chiesto la presenza alla conferenza stampa di tutti gli assessori e i consiglieri di maggioranza, ha affrontato l’incontro con la stampa accompagnato solo dagli assessori Calenda e Barretta e dal presidente del consiglio Silvio Oliva, mentre gli altri hanno preferito non partecipare. Tra le assenze di peso bisogna menzionare quelle di Marco Iaquinandi, che ha affidato a Facebook le sue riflessioni sul caso, e del vicesindaco Colomba Farina.  Dunque, il primo cittadino non lascia ma raddoppia e si dichiara pronto alla campagna elettorale per le tre sezioni, e dice «ho già chiesto alla mia squadra di non fare campagna elettorale, di non andare a casa della gente perché se vorranno premiare il nostro operato sanno già cosa fare». Così, allo stesso tempo, lancia la sfida all’ex parlamentare e presidente dell’Autorità Portuale Andrea Annunziata. «L’ho battuto già due volte alle comunali, e con molte probabilità posso farcela anche questa volta» dice il primo cittadino a margine della conferenza stampa con i suoi fedelissimi.Dall’altra parte Andrea Annunziata ha subito serrato le fila. Mercoledì sera, dopo la pubblicazione della sentenza del Tar di Salerno, ha chiamato a raccolta amici e candidati della lista per procedere ad una prima conta. Il gruppo dei consiglieri comunali, tutti del Partito Democratico, è arrivato compatto alla chiamata del leader. Oltre a Vincenzo Marrazzo, Filomena Fallo, Angela Calabrese e Pasqualina Forsellino c’erano anche tanti simpatizzanti accorsi nella sede del PD. L’entusiasmo è alle stelle e il primo a galvanizzare i presenti è stato proprio Alfonso Carbone nel suo intervento di apertura:«Dobbiamo scendere subito in campagna elettorale» ha detto l’ex assessore. Poi, gli interventi si susseguono velocemente sino ad arrivare alle conclusioni affidate ad Annunziata. «Andrò personalmente dal Prefetto di Salerno domattina (ieri, ndr) per chiedere una veloce attuazione della decisione del Tae – esclama il democratico Annunziata davanti ai suoi – ora dobbiamo tenere compatto il gruppo e concentrarci sulle elezioni per  ribaltare il risultato elettorale dell’anno scorso».  Infatti, sono solo 3 le sezioni dove i marzanesi saranno chiamati nuovamente a votare ed esprimere la loro preferenza amministrativa: la 3, la 4 e la 5, ovvero proprio quelle sezioni dove Andrea era andato sopra di 200 voti a Cosimo. Ora, bisognerà recuperare almeno 15 voti a sezione se l’ex sottosegretario vorrà ribaltare il risultato sul maggioritario e quindi conquistare il premio di maggioranza per il consiglio.
Raimondo Aufiero

 

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->